Da ladro a poliziotto: recensione

di Pietro Ferraro 4

Un terzetto di malviventi sta tentando un furto ai danni di una gioielleria, all’interno una cassaforte con un diamante del valore di diciassette milioni dollari, il terzetto e formato da Carlson, Deacon e l’esperto di cassaforti Logan (Martin  Lawrence) più Tulley, un palo piazzato all’esterno dell’edificio.

Sfruttando un condotto d’areazione i tre sono all’interno, Miles lavora alla cassaforte mentre gli altri due hanno un’alterco e Carlson viene ucciso, nel frattempo un sorvegliante ha avvisato la poilizia che arriva in forze.

E’ abbastanza ovvio che Deacon non ha ntenzione di spartire il bottino, Miles tenta la fuga inseguito dal complice, fuga che termina in un cantiere dove Miles nasconde il diamante in un palazzo in costruzione memorizzandone la posizione per un successivo recupero, ma mentre fugge viene arrestato dalla polizia.

Sono passati due anni dall’arresto, Miles esce dal carcere e già pregusta il solitario recupero della pietra preziosa, ma raggiunto il cantiere si accorge che l’edificio in costruzione è diventato la sede del dipartimento di polizia di Los Angeles.

Dopo vani tentivi di infiltrarsi nell’edificio, Miles falsifica un documento e diventa il detective Malone. Purtrtoppo sule sue tracce c’è anche  Deacon che non ha alcuna intenzione di rinunciare al diamante…

Da ladro a poliziotto esce durante il periodo d’oro di Martin Lawrence, tanti film, pochi veramente riusciti, intendiamoci niente di nuovo, una simpatica e divertente commistione tra poliziesco, action e comedy, ma la verve comica di lawrence è ben coadiuvata da uno script leggero e spassoso che lo mette al centro di alcune situazioni e gag veramente riuscite.

Indubbiamente questo film resta uno delle migliori comedy dell’attore americano insieme al corale Svalvolati on the road, sicuramente il film viaggia pericolosamente sui binari del già visto, ma il copione è tutto al servizio del simpatico protagonista che si esibisce in un one man show, come spesso è gia capitato in altri suoi film, mettendo in ombra i pur bravi comprimari. Quindi se vi piace l’attore ed il genere, Da ladro a poliziotto non deluderà le vostre aspettative.

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>