Il Caso Spotlight disponibile ora anche in Dvd e Blu Ray

di Cinemaniaco Commenta

Tra gli extra sono disponibili numerose interviste esclusive agli attori, al regista e ai veri protagonisti dell’inchiesta, i giornalisti del Boston Globe. Contenuti fondamentali che arricchiranno l’esperienza della visione con sorprendenti retroscena.

Dopo aver raggiunto i vertici delle prevendite sulle principali piattaforme on demand, Il  Caso Spotlight, di Tom McCarthy, con Mark Ruffalo, Michael Keaton, Rachel McAdams, Liev Schreiber e Stanley Tucci, vincitore di 2 Premi Oscar©Miglior Film e Migliore Sceneggiatura Originale – è disponibile a noleggio e in vendita dal 30 giugno in dvd e BLU-RAY e a noleggio su Chili, Google Play, Infinity, Itunes, Mediaset Premium Play, Sony Playstation Store, Tim Vision e Wuaki.

Il packaging del DVD e del BLU-RAY rinnova il layout del manifesto cinema, per esaltare la profondità e la forza del film e le straordinarie interpretazioni degli attori.

Tra gli extra sono disponibili numerose interviste esclusive agli attori, al regista e ai veri protagonisti dell’inchiesta, i giornalisti del Boston Globe. Contenuti fondamentali che arricchiranno l’esperienza della visione con sorprendenti retroscena.

Il  Caso Spotlight racconta la storia del team Spotlight, la redazione di giornalisti investigativi del Boston Globe, che nel 2002 sconvolse il mondo intero rivelando la copertura sistematica da parte della Chiesa Cattolica degli abusi sessuali su minori, commessi da oltre 70 sacerdoti nella sola Boston. L’inchiesta valse al team Spotlight il Premio Pulitzer.

Dopo la notte che l’ha proclamato film dell’anno ha lasciato spazio a diverse interpretazioni nel mondo del giornalismo. Ma quando tutto sembra seguire un copione previsto dai clichet, ecco che arriva un colpo di scena. Un’ultima e inattesa dichiarazione proviene dall’Osservatore Romano all’interno del pezzo firmato da Lucetta Scaraffia: “ Spotlight, che ha vinto l’Oscar ha una trama avvincente. E non è un film anticattolico, come anche è stato scritto, perché riesce a dare voce allo sgomento e al dolore profondo dei fedeli davanti alla scoperta di queste orribili realtà[…] Il fatto che alla cerimonia degli Oscar sia venuto un appello a Papa Francesco perché combatta questo flagello deve essere visto come un grande segnale positivo […]”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>