Cannes 2014: presente l’Italia con Alice Rohrwacher e Asia Argento

di Redazione Commenta

Quando hanno annunciato la lista dei film in gara al Festival di Cannes 2014, Alice Rohrwacher non ci poteva credere:

Non ho saputo niente fino all’ultimo e pensavo che i giochi fossero ormai fatti, invece ieri sera è arrivata la telefonata con la bellissima notizia. Non ho smesso di piangere. Sono tanto felice, è una grande responsabilità ma anche un’immensa gioia, io in questo momento la leggo così.

“Le meraviglie” è il film della Rohrwacher che sarà in corsa per la Palma d’Oro, seconda opera della giovane regista, sorella dell’attrice Alba, ed è la storia di quattro sorelle che vivono in un regno che il loro padre ha creato per loro al fine di proteggerle dal mondo che sta per finire. A turbare questo piccolo idillio l’arrivo di un ragazzo tedesco in rieducazione e un concorso televisivo a premi.

Nel film la sorella Alba Rohrwacher, Monica Bellucci, Sabine Timoteo e Sam Louwyck.

Alla kermesse sarà presente anche Asia Argento, nella sezione parallela “Un Certain Regard” con il suo film “Incompresa”. Si tratta di una storia che in qualche modo può essere considerata autobiografica, che racconta di una bambina che alla scoperta del mondo, che vive la separazione dei genitori.

Il film è ambientato negli anni ’80:

C’era più libertà negli anni Ottanta, i bambini potevano ancora crescere per strada come gatti. I genitori del mio film sono egoisti ma buffi. La loro separazione, l’esplosione di una famiglia borghese, è un dramma per la bambina, ma anche una liberazione, l’avventura nel mondo oltre le pareti di casa.

Queste le parole della regista che per il suo film ha voluto la piccola Giulia Salerno, Charlotte Gainsbourg, Gabriel Garko, Max Gazzè, Gianmarco Tognazzi e la figlia Anna Lou Castoldi.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>