Al cinema dal 25 ottobre 2012: The Possession, Le belve, Alla ricerca di Nemo 3D, Amour, Io e Te, Viva l’Italia

di Pietro Ferraro Commenta

Eccoci al consueto appuntamento con le uscite al cinema della settimana, questo weekend esteso propone per i palati forti il crime Le belve di Oliver Stone e l’horror a sfondo demoniaco The Possession, le famiglie con bambini potranno contare sul ritorno in sala in 3D del classico Disney-Pixar Alla ricerca di Nemo, chi punta al cinema d’autore potrà scegliere tra l’Amour di Haneke e l’atteso Io e Te di Bertolucci, chi invece sceglierà di puntare sulla commedia italiana troverà pane per i suoi denti con il corale Viva l’Italia, opera seconda del regista di Nessuno mi può giudicare.

LE BELVE – SAVAGES (crime / thriller di Oliver Stone con John Travolta, Salma Hayek, Benicio Del Toro, Blake Lively, Aaron Johnson, Emile Hirsch, Trevor Donovan, Taylor Kitsch, Mia Maestro, Joel David Moore, Gillian Zinser):

Due imprenditori di Laguna Beach, Ben, pacifico e caritatevole buddista, e il suo migliore amico Chon, ex Navy Seal ed ex mercenario, conducono una lucrativa attività fatta in casa, producendo la migliore marijuana mai coltivata prima d’ora. Condividono inoltre un amore unico nel suo genere per la bellissima Ophelia. La vita è idilliaca nella loro cittadina nel sud della California, almeno fino a quando il cartello dei trafficanti della Mexican Baja decide di irrompere nei loro piani imponendosi come socio. Quando Elena, lo spietato capo del cartello, e Lado, il suo scagnozzo, sottovalutano l’infrangibile legame che tiene uniti i tre amici, Ben e Chon, attraverso l’ambiguo aiuto di un viscido agente della DEA, scatenano una battaglia, a prima vista già persa, contro il cartello. Così hanno inizio una serie di piani e manovre ad alto rischio. RECENSIONE IN ANTEPRIMA

THE POSSESSION (horror di Ole Bornedal con Jeffrey Dean Morgan, Kyra Sedgwick, Madison Davenport, Natasha Calis, Agam Darshi, Grant Show, Rob LaBelle, Quinn Lord, John Cassini, Nana Gbewonyo, Erin Simms):

Per la famiglia Brenek la discesa nel terrore inizia al tipico mercatino domenicale di quartiere. Il neo-divorziato Clyde (Jeffrey Dean Morgan), sta ancora abituandosi alla sua nuova vita senza l’ex moglie Stephanie (Kyra Sedgwick) e non vede motivo di allarme quando la loro figlia minore Em (Natasha Calis) è attratta da una misteriosa scatoletta con delle indecifrabili inscrizioni e decide di acquistarla. Ma appena lo fa, cominciano a verificarsi degli avvenimenti inquietanti. Em è sempre più ossessionata dalla scatoletta, al punto di portarla con se ovunque. Comincia a comportarsi in modo sempre più oscuro e pericoloso. Ma, per quanto ci provi, Clyde non riesce a separare la figlia dalla scatola, neanche quando Stephanie si convince che l’oggetto la stia facendo impazzire. Perseguitati da una serie infinita di eventi inquietanti e inspiegabili, la famiglia comincia a dissotterrare la verità di ciò che sta veramente accadendo: hanno aperto la scatola di un Dibbuk, spirito maligno di cui narrano antiche leggende ebraiche, fino a quel momento intrappolato nel contenitore.

ALLA RICERCA DI NEMO 3D (animazione di Andrew Stanton e Lee Unkrich con le voci di Alex Polidori, Luca Zingaretti, Carla Signoris e Angelo Nicotra):

La vita sulla Grande Barriera Corallina è piena di pericoli quando sei un piccolo pesce pagliaccio e sei la fonte delle continue paure e ansie del tuo papà. Protagonisti di questa incredibile storia sono proprio due pesci, Nemo e il suo papà Marlin, deciso a fare di tutto pur di proteggerlo. Quando per Nemo arriva il momento di lasciare il suo rifugio sicuro nell’anemone di mare per il primo giorno di scuola, Marlin lo accompagna preoccupato e si lascia prendere dall’angoscia ad ogni suo movimento. Quando Nemo sfida il padre e nuota oltre l’imponente “baratro” della barriera per curiosare intorno ad una barca, viene improvvisamente catturato da un sub mentre Marlin assiste impotente. RECENSIONE

AMOUR (drammatico di Michael Haneke con Jean-Louis Trintignant, Emmanuelle Riva, Isabelle Huppert, Alexandre Tharaud, William Shimell, Ramon Agirre, Rita Blanco):

Georges e Anne sono ottuagenari, sono persone istruite, insegnanti di musica in pensione. La loro figlia, anche lei musicista, vive all’estero con la sua famiglia. Un giorno, Anne ha un incidente. L’amore che unisce la coppia verrà messo a dura prova.

IO E TE (drammatico di Bernardo Bertolucci con Jacopo Olmo Antinori, Tea Falco, Sonia Bergamasco, Pippo Delbono, Veronica Lazar, Tommaso Ragno):

Lorenzo, quattordicenne introverso che vive con difficoltà i rapporti con i suoi genitori e i compagni, decide di prendersi una vacanza chiudendosi in cantina, mentre tutti credono che lui sia partito per la settimana bianca. Per un’intera settimana lascerà fuori dalla porta tutti i conflitti e le pressioni perché diventi un adolescente normale. Decide di vivere qualche giorno in completo isolamento, con la sola compagnia di libri horror, lattine di coca-cola, scatolette di tonno e un formicaio da guardare al posto della TV. L’imprevisto però è letteralmente alla porta. Olivia, la sorellastra quasi sconosciuta, piomba nella cantina alla ricerca di alcuni suoi oggetti e irrompe nella vita di Lorenzo rovinando i piani della sua fuga dalla realtà.

VIVA L’ITALIA (commedia di Massimiliano Bruno con  Raoul Bova, Michele Placido, Rocco Papaleo, Ambra Angiolini, Alessandro Gassman, Edoardo Leo, Maurizio Mattioli, Sarah Felberbaum, Isa Barzizza, Rolando Ravello, Imma Piro, Camilla Filippi, Barbara Folchitto, Nicola Pistoia, Valerio Aprea, Ninni Bruschetta, Stefano Fresi, Sergio Fiorentini, Remo Remotti):

E se un giorno un politico cominciasse a dire la verità, tutta la verità, nient’altro che la verità? Il politico in questione si chiama Michele Spagnolo, un nome forte, di quelli che comandano, ed ha tre figli: Riccardo, medico integerrimo e socialmente impegnato; Susanna, attrice di fiction senza alcun talento; Valerio, un buonannulla in carriera che deve tutto al padre. In oltre trent’anni di onorata carriera Michele ha sempre anteposto i suoi interessi personali a quelli della collettività ed è passato indenne attraverso i mille scandali che hanno flagellato il nostro paese. L’ultima cosa al mondo che dovrebbe succedere ad un uomo del genere è dire la verità…Eppure, dopo una notte trascorsa con una “promettente” soubrette televisiva, Michele viene colto da un malore, si salva, ma non senza conseguenze. L’apoplessia ha colpito proprio la parte del cervello che controlla i freni inibitori ed ora il politico dice tutto ciò che gli passa per la testa, fa tutto quello che gli va e non ha la minima cognizione della gravità delle sue azioni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>