Al cinema dal 18 maggio 2012: Another Earth, La fredda luce del giorno, L.over.s, Margin Call, Il pescatore di sogni, Quella casa nel bosco, Roman Polanski: a film memoir

di Diego Odello Commenta

Il weekend cinematografico del 18-20 maggio 2012 non propone pellicole da grido capaci di conquistare il box office italiano (ma le sorprese sono dietro l’angolo), ma i film interessanti non mancano: c’è l’horror Quella casa nel bosco, c’è il fantascientifico su Another Earth, c’è il thriller Margin Call, l’action movie La fredda luce del giorno, il drammatico Il pescatore dei sogni e il documentario Roman Polanski: A film memoir. L’unica novità italiana è L.over.s.

Another Earth (drammatico fantascientifico di Mike Cahill, con William Mapother, Brit Marling, Matthew-Lee Erlbach, DJ Flava, Meggan Lennon, AJ Diana, Bruce Colbert, Ana Valle, Paul S. Mezey, Jeffrey Goldenberg): Rhoda Williams ha una forte passione per l’astrofisica grazie alla quale, riesce ad entrare al MIT (Massachusetts Institute of Technology). Un giorno, guidando la sua macchina, si distrae guardando verso il cielo l’apparizione di un pianeta del tutto simile alla terra. Questa distrazione sarà fatale, e causerà la morte del figlio e della moglie in attesa di un altro bambino di un famoso compositore, John Burroughs. Da quel momento le loro vite saranno condizionate l’una dall’altra… LA RECENSIONE IN ANTEPRIMA

La fredda luce del giorno (azione di Mabrouk El Mechri, con Henry Cavill, Bruce Willis, Sigourney Weaver, Jim Piddock, Joseph Mawle, Caroline Goodall, Shira Scott Astrof, Rafi Gavron, Emma Hamilton, Verónica Echegui): Quando Will Shaw arriva in Spagna per una vacanza in barca con la sua famiglia, questo giovane uomo d’affari non è di buon umore. Le difficoltà della sua azienda e il rapporto teso con il rigido padre, Martin, non fanno che peggiorare le cose. Ma quando la famiglia viene rapita da quelli che si rivelano essere degli agenti segreti impegnati a recuperare una misteriosa valigetta, Will si ritrova a dover scappare. La sua vita viene sconvolta nel momento in cui il padre riappare, rivelando di essere un agente sotto copertura, invischiato in una ragnatela di segreti e bugie che vede protagonisti vari governi. Will deve trovare il modo di salvare la sua famiglia.

L.over.S (drammatico, di Alex Marchi, Gabriele Marchi, con Benedetta Rossi, Guido Dispenza): E’ la storia di un ragazzo, Nicola Efrem, a cui resta soltanto un sogno: quello di scrivere una storia e farne un film. Il sogno sembra potersi realizzare quando Nicola incontra per caso una giovane e talentuosa scrittrice: Elena Ferrari. Con il passare dei giorni i due ragazzi entrano in confidenza, si conoscono meglio. E la storia, dalle pagine scritte d’un libro, invade la realtà dando linfa vitale agli incubi sopiti di Nicola. Un passato dal quale nè l’uno nè l’altra riescono a divincolarsi. I numeri che si ripetono: quel maledetto tre, le somiglianze, le debolezze che diventano violenze: tutto sembra, agli occhi di Nicola, uno strano deja vù. Una passione infinita, avvolta allo stesso tempo di amore e odio, per quel posto nel cuore, un posto già occupato e di cui l’ “inquilino” rivendica il possesso. Tre uomini, tre età, tre colpi. Il passato, il presente ed il futuro celati nel mistero di un volto solitario ed uno sguardo sghembo. Un fuoco che divampa come un incendio all’innescarsi della passione. Ma dietro c’è ancora qualcos’altro. Il passato. Il passato non svanisce mai del tutto.

Margin Call (drammatico, di J.C. Chandor, con Kevin Spacey, Paul Bettany, Jeremy Irons, Zachary Quinto, Penn Badgley, Simon Baker, Mary McDonnell, Demi Moore, Stanley Tucci, Aasif Mandvi, Ashley Williams): Ambientato nel mondo dell’alta finanza, Margin Call è un thriller che coinvolge gli uomini chiave di una grande banca di investimenti durante le drammatiche 24 ore che precedono la crisi finanziaria del 2008. Quando Peter Sullivan (Zachary Quinto), un semplice analista, entra in possesso di informazioni che potrebbero provocare il fallimento dell’azienda, inizia una frenetica corsa contro il tempo: le decisioni finanziarie e morali in gioco sconvolgeranno la vita delle persone coinvolte spingendole sull’orlo della crisi. Ampliando i parametri del genere, Margin Call è un’affascinante analisi degli aspetti umani di un soggetto troppo spesso trattato con partigianeria. Con un cast stellare che comprende Kevin Spacey, Paul Bettany, Jeremy Irons, Stanley Tucci e Demi Moore, il primo film dello scrittore/regista J.C. Chandor è un ritratto autentico e crudo dell’alta finanza e dei suoi rappresentanti, nel momento in cui affrontano decisioni che riguardano il futuro di tutti. RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Il pescatore di sogni (commedia, di Lasse Hallström, con Amr Waked, Emily Blunt, Catherine Steadman, Tom Mison, Ewan McGregor, Rachael Stirling, Kristin Scott Thomas): è la storia del dottor Alfred Jones (Ewan McGregor), uno scienziato introverso che lavora per il Ministero della Pesca e dell’Agricoltura britannico. Il suo mondo, fatto di un lavoro ormai monotono e un matrimonio stagnante, è improvvisamente messo sottosopra quando si ritrova, suo malgrado, coinvolto in un progetto escogitato da uno stravagante sceicco (Amr Waked) che sogna di realizzare qualcosa di apparentemente impossibile: introdurre la pesca al salmone negli aridi altipiani dello Yemen. Quando alla risoluta portavoce del Primo Ministro inglese, Patricia Maxwell (Kristin Scott Thomas), alla disperata ricerca di una buona notizia sul Medio Oriente per distogliere l’attenzione dall’ultimo fallimento mediatico, giunge voce del piano dello sceicco il Governo britannico decide improvvisamente di sposare il progetto. Il razionale dottor Jones viene a poco a poco conquistato dal carismatico sceicco e dalla sua visione mistica del mondo, e si prende una cotta per la sua assistente, Harriet Chetwode-Talbot (Emily Blunt), che lo porterà a prendere delle decisioni importanti per cambiare la sua vita. RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Quella casa nel bosco (horror, di Drew Goddard, con Richard Jenkins, Bradley Whitford, Jesse Williams, Chris Hemsworth, Fran Kranz, Kristen Connolly, Anna Hutchison, Brian J. White, Amy Acker): un gruppo composto da cinque compagni di college va in gita in campagna, in una casetta isolata, per un week-end di dissolutezze, ma subisce l’attacco di orripilanti esseri sovrannaturali e trascorre una notte di infinito terrore tinto da fiumi di sangue. Ti sembra una storia già sentita? Aspetta! È solo la punta dell’iceberg di una fantastica e incredibile odissea che demolisce le convenzioni del genere horror con una vertiginosa e spietata spirale di follia sanguinaria, caratterizzata da una fantasia fervente e uno humour malizioso. RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Roman Polanski: A Film Memoir (documentario, di Laurent Bouzereau): un film documentario interamente dedicato alla vita e all’opera di Roman Polanski. Uno dei più grandi maestri del cinema contemporaneo si racconta, guardandosi indietro per ripercorrere la propria vita e gli eventi che l’hanno contraddistinta. Intervistatore d’eccezione è Andrew Braunsberg, suo amico di lunga data nonché produttore di alcuni dei suoi migliori film.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>