Zack & Miri amore a primo…sesso!, recensione in anteprima

di Pietro Ferraro 2

Zack Brown (Seth Rogen) e Miriam Miri Linky (Elizabeth Banks) sono una coppia di amici e coinquilini sempre in bolletta, nonostante si dividano l’affitto non riescono mai ad arrivare a fine mese, ritrovandosi con tonnellate di bollette non pagate che si accumulano sino a che accade l’inevitabile e si ritrovano in pieno inverno senza corrente elettrica, acqua e riscaldamento.

I due fuggiti a gambe levate dall’appartamento ormai ridotto ad un frigorifero si rifugiano in un bar e tra un drink e l’altro Zack ha un’idea folgorante, perchè non girare un porno amatoriale con entrambi protagonisti? Nessun convolgimento sentimentale, ma solo sesso per denaro, Miri dopo un momento di imbarazzato sconcerto decide cha la situazione è tanto disperata da trasformare la follia dell’amico in qualcosa di fattibile.

Reclutata una troupe di amici e provinate alcune aspiranti pornodive si comincia a pianificare una sorta di parodia hard di Star Wars, ma dopo le prime riprese di prova dei costumi il loro set andrà distrutto, dopo lo sconforto iniziale e trovatone un’altro d’emergenza verrà dato finalmente il primo ciak, ma non appena Zack e Miri gireranno la loro scena tutto tra di loro cambierà e quel tanto ventilato coinvolgimento emotivo capace di rovinare tutto sarà inevitabile.

Kevin Simth dopo lo sboccatissimo e spassoso Clerks 2 e il pilot del televisivo Reaper decide di approcciare alla sua maniera la classica commedia romantica o rom-com come la chiamano gli americani e lo fa nella maniera che gli riesce meglio, all’insegna della provocazione infilandoci in mezzo il mondo del porno amatoriale tanto in voga e che con l’avvento di internet ha avuto un vero e proprio boom.

Smith è senza dubbio tanto geniale quanto coraggioso, riesce con una serie di dialoghi brillanti e un paio d’attori in parte, efficace Rogen deliziosa la Banks, a mostrarci tra nudi a volontà, sequenze porno e un repertorio di doppisensi e allusioni sessuali da manuale anche il lato prettamente romantico della storia e nonostante la volgarità bisogna ammettere tocchi picchi notevoli il cuore del film, la storia d’amore tra i due protagonisti, incredibilmente non perde mai una certa innocenza di fondo che smussa gli eccessi tipici degli script di Smith.

Zack and Miri make a porno è un film che sorprende proprio per la citata leggerezza di fondo in cui si smorza il baraccone pruriginoso della messincena, ma è anche vero che con contenuti del genere trovare un pubblico è un impresa davvero ardua, infatti il film ha clamorosamente floppato ai botteghini americani, ma questo non ne inficia l’indubbia qualità di fondo rappresentata sul giocare di Smith anche se non al suo meglio sempre sul filo dell’ironia e del cazzeggio nel senso più collloquiale del termine, quindi se non vi scandalizzate facilmente e avete superato indenni e con il sorriso sulle labbra la visione di Clerks 2 anche in questo caso il divertimento non mancherà con l’aggiunta di un’intrigante deriva romance.

Note di produzione: nel cast figurano anche Brandon Routh, Justin Long, Tom Savini e l’ex-pornostar Traci Lords, la prima locandina promozionale rilasciata suscitò polemiche come peraltro lo stesso titolo del film a causa del termine porno, di contro la campagna promozionale fu boicottata dalle maggiori reti televisive e rasdiofoniche e il film registrò un’apertura in negativo ai botteghini da record.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>