Venezia 73, Ozpetek annuncia “Napoli Velata” al Lido

di Cinemaniaco Commenta

Come da titolo, verrà girato completamente nella città partenopea, realizzato da R&C Produzioni.

Arrivato al Lido di Venezia per fare presidente di giuria del Premio MigrArti al migliore documentario della 73. Mostra del Cinema (si tratta di ‘No Borders’ del regista italiano Haider Rashid con Elio Germano, primo film italiano girato in realtà virtuale a 360 gradi), Ferzan Ozpetek ha approfittato della grande attenzione destinata in questi giorni alla settima arte per annunciare il nuovo film di cui sta ultimando la sceneggiatura insieme a Gianni Romoli.


Il film ha già un titolo e una location ‘obbligata’: si chiamerà ‘Napoli velata’ e verrà girato completamente nella città partenopea, realizzato da R&C Produzioni. Le riprese sono previste per i primi mesi del nuovo anno. In queste settimane Ozpetek sta ultimando il lavoro su ‘Rosso Istanbul’, il film ambientato e girato nella sua città natale. Ieri Ozpetek (presidente della giuria formata da Enrico Magrelli, critico cinematografico, Mauro Valeri dell’Unar,  Paolo Masini del MiBact e il sindaco di Lampedusa, Giusi Nicolini) ha assegnato al documentario breve ‘No Borders’ il Premio MigrArti, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia nell’ambito delle Giornate degli Autori.

Ma Ozpetek non è il solo ad aver scelto la Campania per la sua prossima opera. Questa meravigliosa terra continua ad affascinare cineasti e letterati.

Così, ecco che il regista Leonardo Di Costanzo è prossimo a battere a Ponticelli il primo ciak de “L’intrusa”. In autunno nell’area casertana si darà il via alle riprese di “Nato a Casal di Principe”, diretto da Bruno Oliviero a partire dal libro di Amedeo Letizia e Paola Zanuttini. Nello stesso periodo dovremmo ospitare anche il set dell’opera prima di Vincenzo Alfieri dal titolo “I peggiori””.

Sempre a Napoli, tra Fuorigrotta, Vomero, Chiaia, i Quartieri spagnoli e il lungomare, fino a metà mese Stefano Incerti continuerà a girare “La parrucchiera”. Una commedia al femminile sulle due anime della città, popolare e borghese, con le interpretazioni di Cristina Donadio, Pina Turco, Massimiliano Gallo, Arturo Muselli, Tony Tammaro e i Foja. È anche una scommessa, quella del live action, per Luciano Stella che produce il film con la sua factory Mad Entertainment, specializzata in pellicole d’animazione. Come “L’arte della felicità” e il nuovo cartoon “Gatta Cenerentola”, a cui i registi Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Alessandro Rak e Dario Sansone ritoccheranno gli ultimi dettagli entro la fine dell’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>