Up, recensione

di Pietro Ferraro 9

 L’ultrasettantenne Carl si sente oppresso da cemento e costruttori che ne stanno sovrastando vita ed abitudini, la sua piccola casa in legno è l’unico baluardo che lo lega al suo passato, scrigno di ricordi e memorabilia emotivo della sua felice convivenza con l’amata Ellie, moglie che ha perduto e con la quale ha condiviso l’intera esistenza.

Carl sta per essere trasferito in una casa di riposo così che la sua casa possa essere abbattuta e la città si appropri anche di una parte importante della sua vita, ma Carl non ci sta e decide che è venuto il momento di realizzare un sogno immaginato e pianificato per anni con la moglie, trasferirsi in sudamerica.

Come realizzare il sogno di una vità? E’ così che i sogni di fuga si materializzano in migliaia di palloncini colorati che sollevano Carl e la sua casa al di sopra degli opprimenti grattacieli, e così sospinti dal vento porteranno Carl verso nuovi e inesplorati lidi.

Il bisbetico vecchietto però non sa che durante il decollo sulla soglia di casa c’era un paffutello boy-scout, cosi i due dovranno convivere e intraprendere insieme il viaggio, un percorso di vita e di conoscenza che li unirà in maniera sorprendente.

La Pixar tocca quota dieci e miscela con dovizia tecnologia e contenuti, in questo caso si sfiora davvero il capolavoro, l’incipit coinvolge e incanta, i due protagonisti invitano alla riflessione tra lacrime e sorrisi, il 3D è funzionale ed immersivo, le caratterizzazioni sempre curate, il nonnetto alla Walther Matthau è da Oscar.

E’ difficile descrivere la gioia che si prova lasciandosi andare a questa colorata full-immersion nel fantastico, tanto è forte il coinvolgimento e la sensazione a visione ultimata, di portare a casa qualcosa di più che novanta minuti di gran divertimento e cinema hi-tech.

Commenti (9)

  1. Lo vado a vedere domani, anche se ho la certezza che sarà l’ennesimo capolavoro. Voglio vedere se mi piacerà di più de “Gli Incredibili” 🙂

    Una domanda per voi de Il Cine Maniaco… avete mai pensato di cominciare a inserire anche un voto da 1 a 10, nella recensione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>