Un’estate ai Caraibi, trailer e storia del cinecocomero 2009

di Redazione 4

 Il 12 giugno arriverà al cinema Un’estate ai Caraibi il secondo cinecocomero, prodotto da Medusa Film e diretto da Carlo Vanzina.

Gli episodi (Roby, che ha paura delle malattie, scopre di averne una incurabile e decide di fare una vacanza ai Caraibi; Vincenzo, dentista napoletano ha un amante bellissima, che non riesce quasi mai a vedere a causa della moglie gelosissima; Angelo, palazzinaro romano, Remo ricco cafone, partono insieme per i Caraibi; Max, disk jockey, scopre che la fidanzata Laura ha un altro; Alberto, romano, è scappato dalla capitale per debiti di gioco), che compongono il film saranno interpretati da Gigi Proietti, Biagio Izzo, Enrico Brignano, Carlo Buccirosso, Enrico Bertolino, Martina Stella, Alena Seredova, Maurizio Mattioli e Paolo Ruffini.

Dopo il salto potete vedere il trailer.

Commenti (4)

  1. Vacanze ai Caraibi
    Un cinecocomero scialbo e scontato

    Il successo ottenuto nell’estate del 2008 con Un’estate al mare ha suggerito ai fratelli Vanzina il classico bis. Così arriva nelle sale dal 12 giugno un’altra gradevole commedia dei registi romani intitolata Un’estate ai Caraibi. Seguendo una strategia più volte vincente, anche il nuovo cinepanettone formato estivo è strutturato in episodi (quattro), con un gruppo di attori scelti con criteri regionali, dando eguale spazio a romani, napoletani, toscani e milanesi. Nel cast Gigi Proietti, Enrico Brignano, Enrico Bertolino, Maurizio Mattioli, Paolo Conticini, Biagio Izzo, Carlo Bucirosso e Paolo Ruffini con bellissime come Martina Stella, Alena Seredova e la pornostar Edelweiss.
    La scelta di far uscire una pellicola in piena estate quando la frequentazione dei cinematografi tende a scemare è senza dubbio coraggiosa ed i primi risultati del botteghino sono lusinghieri, nonostante le macchiette siano scontate ed il richiamo del mare e delle spiagge dei Caraibi sotto il solleone è meno invitante dei mesi invernali, potendo ammirarsi su qualsiasi litorale fanciulle in topless e palestrati pluritatuati.
    La critica è stata abbastanza severa a differenza del pubblico che è accorso a frotte sin dai primi giorni. Molto lodato l’episodio che vede impegnato Gigi Proietti nelle vesti di un truffatore, mentre la breve comparsa del sosia di Berlusconi sa tanto di Bagaglino ed è di uno squallore penetrante.
    A me è molto piaciuta l’interpretazione di una new entry dello schermo dal futuro radioso Eva, una escort dal lato B veramente stupefacente, se l’avessi incontrata prima le avrei trovato una parte di rilievo nel mio Elogio del sedere femminile o quanto meno nel Reiterato panegirico del posteriore muliebre.(entrambi consultabili in rete e buona visione).
    Achille della Ragione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>