Il discorso del re, colonna sonora

12 nomination agli Oscar 2011 per la biografia storica Il discorso del re, una delle quali proprio per la miglior colonna sonora che il regista Tom Hooper ha scelto di affidare al francese Alexandre Desplat che di nomination alla prestigiosa statuetta ne ha ricevuta una proprio la scorsa edizione per il cartoon in stop-motion Fantastic Mr. Fox.

Desplat quest’anno era in corsa per la prestigiosa cinquina di candidati anche con lo score di Harry Potter e i doni della morte parte I, insomma questa edizione per il compositore parigino potrebbe davvero essere quella propizia.

Dopo il salto vi proponiamo due video e le 13 tracce della colonna sonora ufficiale con link per l’ascolto, da segnalare la splendida The King’s Speech in cui Desplat mette in risalto il suo debole per il piano e le ultime due tracce con brani di Beethoven che fruiscono dell’apporto del pluripremiato direttore d’orchestra inglese Terry Davies, che tra l’altro ha composto e diretto anche le musiche del cartoon francese L’illusionista, tra i candidati di quest’anno all’Oscar come miglior lungometraggio d’animazione.

Satellite Awards 2010, nomination: Inception candidato a 11 premi, precede 127 Hours e The Social Network

Sono state annunciate le nomination dei Satellite Awards 2010, premi assegnati dalla stampa internazionale: nelle ventidue categorie riservate al cinema ha dominato Inception, che si è portato a casa undici candidature, due in più di 127 Hours secondo con nove nomination. A seguire The Social Network con sette, The King’s Speech con sei, Alice in Wonderland e Black Swan, The Town, The Kids are all right e Unstoppable con cinque. Io sono l’amore, infine, proverà a vincere il premio per il miglior film straniero.

Prima di lasciarvi alla lista delle principali nomination vi ricordo che i premi saranno assegnati a Century City in California il 19 dicembre e che potete trovare la lista dei candidati televisivi visitando Serietivu.

BIFA 2010, nomination: The Kings’s Speech guida, Io sono l’amore candidato

Sono stati comunicati i nominati ai British Independent Film Awards 2010: guida classifica dei nominati The King’s Speech di Tom Hooper candidato a otto premi, davanti a Monsters di Gareth Edwards, Never Let Me Go di Mark Romanek e The Arbor di Clio Barnard, tutti fermi a quota sei. L’Italia concorre, grazie a Io sono l’amore di Luca Guadagnino, ad aggiudicarsi il premio come miglior film indipendente straniero.

Prima di lasciarvi alla lista completa dei nominati vi ricordo che la cerimonia di premiazione si terrà il 5 dicembre all’Old Billingsgate di Londra.

MIGLIOR FILM INDIPENDENTE

Four Lions

Kick-Ass

Monsters

Never Let Me Go

The King’s Speech

MIGLIOR REGISTA

Mike Leigh per Another Year

Matthew Vaughn per Kick-Ass

Gareth Edwards per Monsters

Mark Romanek per Never Let Me Go

Tom Hooper per The King’s Speech

DOUGLAS HICKOX AWARD PER IL MIGLIOR REGISTA ESORDIENTE

Debs Gardner-Paterson per Africa United

Rowan Joffe per Brighton Rock

Chris Morris per Four Lions

Gareth Edwards per Monsters

Clio Barnard per The Arbor

MIGLIORE SCENEGGIATURA

Jesse Armstrong, Sam Bain, Simon Blackwell e Christopher Morris per Four Lions

Jane Goldman e Matthew Vaughn per Kick-Ass

Alex Garland per Never Let Me Go

David Seidler per The King’s Speech

William Ivory per We Want Sex

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA

Ruth Sheen per Another Year

Andrea Riseborough per Brighton Rock

Carey Mulligan per Never Let Me Go

Manjinder Virk per The Arbor

Sally Hawkins per We Want Sex

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA

Jim Broadbent per Another Year

Riz Ahmed per Four Lions

Scoot McNairy per Monsters

Colin Firth per The King’s Speech

Aidan Gillen per Treacle Junior

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA

Lesley Manville per Another Year

Keira Knightley per Never Let Me Go

Tamsin Greig per Tamara Drewe – Tradimenti all’inglese

Helena Bonham Carter per The King’s Speech

Rosamund Pike per We Want Sex

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

Kayvan Novak per Four Lions

Andrew Garfield per Never Let Me Go

Geoffrey Rush per The King’s Speech

Guy Pearce per The King’s Speech

Bob Hoskins per We Want Sex

MIGLIOR ESORDIENTE

Andrea Riseborough per Brighton Rock

Tom Hughes per Cemetery Junction

Joanne Frogatt per In Our Name

Connor McCarron per Neds

Manjinder Virk per The Arbor

MIGLIORE PRODUZIONE

In Our Name

Monsters

Skeletons

StreetDance 3D

The Arbor

THE RAINDANCE AWARD

Brilliant love

Jackboots on Whitehall

Legacy

Son of Babylon

Treacle Junior

MIGLIOR CONTRIBUTO TECNICO

John Mathieson per Brighton Rock
– fotografia –

Sylvain Chomet per L’Illusionista
– animazione –

Gareth Edwards per Monsters
– effetti speciali –

Tim Barker per The Arbor
– Per il sonoro –

Eve Stewart per The King’s Speech

MIGLIOR DOCUMENTARIO

Enemies of the People

Exit Through the Gift Shop

Fire In Babylon

The Arbor

Waste Land

MIGLIOR FILM STRANIERO INDIPENDENTE

Dogtooth

Il profeta

Il segreto dei suoi occhi

Io sono l’amore

Winter’s Bone

The King’s Speech, trailer

E’ stato rilasciato il primo trailer di The King’s Speech, il biopic diretto da Tom Hooper, con Colin Firth, Geoffrey Rush, Helena Bonham-Carter; Michael Gambon, Derek Jacobi, Guy Pearce, Jennifer Ehle e Timothy Spall, dedicato alla storia di Giorgio VI del regno Unito.

Il film, che ha vinto al Toronto Film Festival, arriverà nei nostri cinema a partire dal 22 dicembre.

The King’s speech vince al Toronto Film Festival 2010

The King’s Speech, il biopic di Tom Hooper, con Colin Firth nei panni del re afflitto da balbuzie Giorgio VI d’Inghilterra, ha trionfato alla trentacinquesima edizione del Toronto Film Festival, portandosi a casa il premio del pubblico, il riconoscimento più ambito, candidandosi come possibile titolo per gli Oscar 2011.

Prima di lasciarvi alla lista completa dei vincitori, vi ricordo che il film arriverà nelle nostre sale il 22 dicembre.

This is it, Colin Firth, Martin Lawrence, Nicolas Cage, Guy Ritchie, Rambo 5: novità

This is it 2

Buon pomeriggio,
diamo un veloce sguardo a tutte le novità che arrivano da Hollywood, riguardanti i film che vedremo prossimamente al cinema.

ATTORI
Colin Firth sarà Giorgio VI in The Kings Speech, la storia di come Albert Windsor riuscì a curare la sua balbuzie con l’aiuto di un terapista dai metodi poco ortodossi.

Martin Lawrence tornerà a recitare la parte di una donna di un certo peso nel terzo capitolo di Big Mama: a quanto pare le 20th Century Fox ha deciso di continuare la storia.

Nicolas Cage sarà il protagonista di Hungry Rabbit Jumps, il thriller diretto da Roger Donaldson, che narra la storia di un uomo che decide di collaborare per un’organizzazione segreta di vigilanti dopo che la moglie è rimasta vittima di un omicidio.