Future Film Festival 2011, vincitori: a No longer Human il platinum Grand Prize, menzione speciale per Paul

Il Future Film Festival 2011 si chiuderà ufficialmente questa sera (con l’assegnazione dei premi Platinum Grand Prize e Groupama Future Film Short. A seguire, come film di chiusura, l’anteprima italiana di I Guardiani del Destino con Matt Damon e Emily Blunt.

Tra i film in concorso, la giuria composta dal fumettista e esperto di cinema fantastico Alberto Corradi, dal giornalista e saggista Stefano Masi e dalla storica dell’illustrazione e saggista Paola Pallottino) ha assegnato il Platinum Grand Prize, premio del Future Film Festival per il miglior lungometraggio d’animazione o con effetti speciali, a No Longer Human (dopo il salto potete vedere una gallery fotografica), di Morio Asaka, film d’animazione prodotto dallo studio MadHouse e adattamento del romanzo psicologico Ningen Shikkuaku scritto da Osamu Dazai nel 1948. Nel film viene descritta sotto forma di memorandum la vita di Ôba Yôzô, incapace di rivelare agli altri il suo lato oscuro e costretto a mantenere una facciata di normalità. Questa la motivazione della giuria: “Per l’alta qualità della rivisitazione delle tematiche tradizionali, attraverso una grafica struggentemente funzionale. Per la regia che dosa I tempi drammatici attigendo e miscelando la cultura visiva occidentale a quella nipponica”. La giuria ha assegnato una menzione speciale a Paul, di Greg Mottola, esilarante viaggio on the road che vede protagonista un alieno assieme alle due star del cinema demenziale inglese Simon Pegg e Nick Frost. Questa la motivazione del premio speciale: “Per la capacità di integrare un personaggio digitale nella drammaturgia della commedia. Per l’equilibrio che il film mantiene tra la posizione indipendente e quella mainstream, strappando applausi a scena aperta”.

Future Film Festival 2011, si comincia con Cappuccetto rosso sangue

Apre oggi i battenti la tredicesima edizione del Future Film Festival con l’anteprima di Cappuccetto rosso sangue, rilettura all’insegna del fantasy-gotico a tinte horror della celeberrima fiaba dei fratelli Grimm diretta dalla Catherine Hardwicke di Twilight ed interpretata da Amanda Seyfried e Gary Oldman.

Tanta animazione giapponese, anteprime di alto profilo come Kung Fu Panda 2, mostre, cinema di genere e un ospite d’onore del calibro di Luc Besson che verrà omaggiato con alcune proiezioni e che presenterà in anteprima Arthur 3- La guerra dei due mondi, terzo lungometraggio della serie d’animazione dedicata ai Minimei, insomma un’intensa quattro giorni che farà la felicità dei tanti visitatori che ogni anno affollano la rassegna bolognese.

Karate-Robo Zaborgar al Future Film Festival 2011

Oggi inauguriamo una nuova rubrica dedicata interamente al cinema orientale in cui con cadenza settimanale vi forniremo news, immagini, poster e trailer sulle produzioni che arrivano da oriente, naturalmente non ci limiteremo a Giappone, Cina e Corea ma amplieremo il discorso anche alla thailandia con le sue produzioni action e a qualunque altra produzione susciti la nostra curiosità.

Oggi iniziamo parlandovi di Karate-Robo Zaborgar, pellicola nipponica che rientra nel genere live-action noto come Tokusatsu che oltre a sfoggiare monster-movies del calibro di Godzilla comprende anche piccoli gioielli per nostalgici come Ultraman, Megaloman e Ganbaron.

Future Film Festival 2011, Bologna ospita Luc Besson

Dal 20 al 23 aprile 2011 la città di Bologna ospiterà la tredicesima edizione del Future Film Festival, il futuro visto attraverso cinema, animazione e nuove tecnologie precursori e rappresentanti di tanto immaginifico post-moderno.

Ogni anno la prestigiosa rassegna emiliana regala ai suoi numerosi visitatori anteprime, chicche inedite e prestigiosi ospiti che rendono il Future Film Festival tappa obbligata per i cultori di animazione giapponese e per chi ama il cinema virato in una fascinosa e futuristica connotazione fanta-tecnologica.