Palle al balzo-Dodgeball: recensione

di Pietro Ferraro 5

Il borioso imprenditore sportivo White Goodman (Ben Stiller) ha aperto un palestra alla moda, Goodman è un ex-obeso  che ha trovato nella palestra e nella ricchezza il suo riscatto trasformandosi in un arrogante uomo d’affari capace di lucrare su qualsiasi cosa profumi di soldi e di svendere lo spirito sportivo e la filosfia del fitness.

Dall’altro lato l’estremo del caso, la palestra Pinco Pallino Joe gestita dal pigrissimo e indolente Peter La Fleur (Vince Vaughn), incapace minimamente di gestire un’impresa che sarà inesorabilmente fagocitata dalla palestra Globogym del rivale Goodman.

Così tra pendenze e inadempienze ecco far capolino nella palestra di La Fleur la bella avvocatessa Kate (Christine Taylor) che assoldata da Goodman ha il compito di controllare i conti della palestra e rilevarla così da poterla trasformare in un parcheggio.

Le cose si mettono male, ad una prima revisione dei conti la Pinco Pallino Joe ha un deficit di ben cinquantamila dollari, somma da reperire entro trenta giorni, pena il sequestro della palestra e conseguente trasformazione in parcheggio.

Così La Fleur recluta tre clienti della palestra, in realtà gli unici, e un paio di impiegati e partecipa ad un torneo di Dodgeball, ma White non starà con le mani in mano e  anche lui, organizzata una letale squadra di campioni, tenterà di mettere i bastoni fra le ruote a La Fleur.

Palle al balzo è una divertente parodia sportiva, che punta molto sui due protagonisti rivelandosi però un tantinello debole, ma il problema del film non è solo lo script o la poca verve dei protagonisti che sinceramente ce la mettono tutta, ma lo sport scelto, vero tallone d’Achille di tutta l’operazione.

Il Dodgeball è una pratica sportiva  molto particolare quasi sconosciuta in Italia, non ha uno zoccolo duro di praticanti o una visibilità televisiva come in America, quindi il film gioca su una parodia sportiva molto americana e non completamente esportabile, risultato: l’effetto esilarante e l’efficacia di alcune gag e rimandi viene irrimediabilmente smorzato complice anche il doppiaggio italiano.

Commenti (5)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>