Miglior cortometraggio d’animazione: tutte le nomination agli Oscar 2009

di Pietro Ferraro 1

Diamo una scorsa alla cinquina di cortometraggi d’animazione cadidati al premio Oscar 2009, come si può immaginare oltre alle innegabili doti tecniche siamo di fronte a dei piccoli gioielli dal contenutto molto più grande del misurato e ristretto involucro espressivo.

Lavatory-Lovestory: delizioso esercizio di stile dalla grafica molto particolare e ricercata, diretto dal russo Konstantin Bronzit, narra la tenera storia d’amore a distanza tra una donna delle pulizie ed un suo timido ammiratore segreto.

Tsumiki no le (la maisons en petit cube) : La magnificenza dell’animazione giapponese in una versione tutta nuova che si ispira alle  tecniche di pittura e racconta le vicissitudini nostalgico-sentimentali di un uomo e della sua casa composta di cubi, un vero capolavoro.

Oktapody: cortometraggio francese, battaglia all’ultimo tentacolo tra un cuoco e due polipi ribelli in fuga in un piccolo villaggio greco.

Presto: uscito negli States abbinato all’altro candidato all’Oscar Wall-E, questo cortometraggio ci racconta di un vendicativo coniglio da cilindro che in lite con il suo padrone prestigiastore gliene combina di tutti i colori.

This way up: una gran brutta giornata per la ditta di pompe funebri A.T. Shank & son, un masso ha distrutto uno dei due carri funebri della ditta, e l’unico furgone rimasto dovrà lavorare per due.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>