John Hughes è morto

di Diego Odello Commenta

E’ morto ieri a New York a causa di un improvviso infarto, all’età di cinquantanove anni, il regista e sceneggiatore (e produttore) John Hughes, noto negli anni ottanta e novanta per essere stato uno dei principali creatori di commedie per famiglie.

L’uomo, nato il 18 febbraio del 1950 a Lansing in Michigan (Stati Uniti), ha diretto film come Un compleanno da ricordare – Sixteen Candles (il suo debutto alla regia cinematografica, che avviene dopo aver lavorato come sceneggiatore in tv e al cinema), Bella in rosa, Breakfast Club, La donna esplosiva, Un biglietto in due, Io e zio Buck e La tenera canaglia.

Tante anche le sceneggiature di successo (in particolare dall’inizio degli anni novanta, dopo aver smesso di dirigere film): da Mamma ho perso l’aereo (dal primo al quarto capitolo) a Beethoven (dal primo al quinto episodio), da Dennis la minaccia a Baby Birba – Un giorno in libertà, da Miracolo nella 34ma strada a La carica dei 101 – Questa volta la magia è vera, da Flubber – Un professore tra le nuvole a Mamma ho preso il morbillo, da Un amore a 5 stelle (con lo pseudonimo di Edmond Dantes) a Drillbit Taylor – Bodyguard in saldo (sempre come Edmond Dantes).

John Hughes, che il pubblico ricorderà per sempre con grande affetto, nel 1991 ha vinto il premio come Produttore dell’anno al ShoWest Convention.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>