Frasi da cinema, La vita è Bella

di Pietro Ferraro 1

Come spiegare ad  un bambino un cartello su cui è incisa a chiare lettere l’infamia di una discriminazione, che si rivelerà solo il principio di una delle pagine più oscure e folli della storia dell’umanità?

Guido (Roberto Benigni) alla richiesta del figlio Giosuè di spiegazioni sul perchè cani ed ebrei non possano entrare in alcuni dei negozi di una via che stanno percorrendo, preferisce proteggere e preservare l’innocenza del ragazzino, non turbandolo e dandogli una spiegazione che lui possa in qualche modo metabolizzare.

Giosuè: Perché i cani e gli ebrei non possono entrare, babbo?

Guido: Gli ebrei e i cani non ce li vogliono. Ognuno fa quello che gli pare, Giosuè. Là c’è un negozio, un ferramenta, dove non fanno entrare gli spagnoli e i cavalli. E là c’è un farmacista, ieri ero con un mio amico, un cinese che c’ha un canguro, dice: si può entrare? No, qui cinesi e canguro non ce li vogliamo. Eh, gli sono antipatici, che vuoi fare?

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>