Contraband, recensione in anteprima

di Pietro Ferraro Commenta

Qualche anno fa se avevi un carico da contrabbandare e volevi un lavoro fatto a dovere non potevi che rivolgerti a Chris Farraday (Mark Wahlberg), ma oggi Farraday si è ritirato dal giro e si è dato all’installazione di sistemi di sicurezza a New Orleans, questo dopo aver visto suo padre Bud (William Lucking) finire in prigione e preoccupato che il suo stile di vita alla fine potesse nuocere alla sua famiglia composta dalla bella moglie Kate (Kate Beckinsale) e dai loro due figli ancora adolescenti. Purtroppo la vita tranquilla di Chris e Kate verrà messa in pericolo da Andy (Caleb Landry Jones), il fratello minore di Kate che si è dato al traffico di droga e dopo aver perso un carico di cocaina appartenente al criminale psicopatico Tim Briggs (Giovanni Ribisi) costringerà Chris ad intervenire per mediare, ma questo non farà che peggiorare le cose, mettendo in pericolo la sua famiglia e trascinandolo ancora una volta nel giro insieme al migliore amico Sebastian (Ben Foster) per un ultimo viaggio in quel di Panama, onde contrabbandare un ingente carico di denaro contraffatto.

Il regista islandese Baltasar Kormákur (101 Reykjavík)dopo il suo debutto hollywoodiano nel 2009 con Inhale, torna dietro la macchina da presa per girare un remake del sontuoso Reykjavík-Rotterdam, un film islandese del 2008 acclamato dalla critica in cui Kormakur ha partecipato come attore.

Contraband sulla carta si presenta con un action-thriller, ma in realtà il lato action è piuttosto povero e si limita ad un’unica sequenza che mette in scena un’adrenalica rapina ad un blindato, mentre il thriller è ripetutamente ibridato con più generi e filoni che si susseguono durante la visione, partendo dal crime per toccare il revenge-movie e l’heist-movie con tanto di elaborata rapina alla Ocean’s Eleven, ma senza il glamour del film di Soderbergh.

Contraband è senza dubbio molto divertente e se la sceneggiatura pecca di qualche ardita virata nell’improbabile, vedi il finale e in alcuni tratti sembra complicarsi più del necessario, il fiilm grazie ad un cast di innegabili talenti, un protagonista su misura e una tensione ben costruita regala del solido ed efficace intrattenimento, che senza dubbio vale il prezzo del biglietto.

Nelle sale a partire dal 25 luglio 2012

Note di produzione: il cast include Lukas Haas, J.K. Simmons, Diego Luna e Robert Wahlberg. Il film ha incassato worldwide oltre 94 milioni di dollari per un budget investito di circa 40.

PER ASCOLTARE LA COLONNA SONORA DEL FILM CLICCATE QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>