Che bella giornata: Checco Zalone torna al cinema il 5 gennaio 2011

di Diego Odello 26

Checco Zalone

Dopo il successo ottenuto con Cado dalle nubi, che gli è valso pure il Globo d’oro come attore rivelazione dell’anno, Checco Zalone tornerà al cinema il 5 gennaio 2011 con una nuova commedia diretta da Gennaro Nunziante intitolata Che bella giornata.

Nel cast del film, che si sta girando tra Milano, Roma e la Puglia, ci saranno Rocco Papaleo, Ivano Marescotti, Tullio Solenghi, Nahiha Akkari.

La storia. Checco, dopo aver superato grazie ad una raccomandazione altri candidati al suo impiego, lavora come inserviente alla sicurezza nel Duomo di Milano. Un giorno sul luogo di lavoro, a causa di una serie di equivoci, conosce una ragazza che lo intrudoce nel mondo dell’Islam.

Gennaro Nunziante assicura (fonte Repubblica.it Bari):

Questo sarà un film diverso. Non c’è più la maschera del cantante neomelodico, ma l’attore.

Zalone aggiunge:

La risata è l’unico strumento di lotta e di emancipazione. L’unico modo che la gente normale, la gente come Checco, ha per esprimere il proprio dissenso e spesso il proprio disprezzo.

Commenti (26)

  1. Speriamo che non diventi il nuovo Pieraccioni :-S

  2. molto bene ke bello torna

  3. Se inventavo io facebook una regola avrei messa, niente foto sul profilo se si cessa” >>> Non so, ma a me questa frase di stampo maschilista (non dovrebbe valere anche per i cessi? Eh no, poi si sarebbe offeso da solo) tratta dal film mi ha un po’ fatto passare la voglia di andarlo a vedere.

  4. moma dice:

    Se inventavo io facebook una regola avrei messa, niente foto sul profilo se si cessa” >>> Non so, ma a me questa frase di stampo maschilista (non dovrebbe valere anche per i cessi? Eh no, poi si sarebbe offeso da solo) tratta dal film mi ha un po’ fatto passare la voglia di andarlo a vedere.

    Quoto

  5. @ moma:
    ma taci un po’ sfigata.. dici così perchè ti senti chiamata in causa… CHECCO ZALONE E’ IL MIGLIORE!!! se non ti piace la sua comicità vatti a vedere un solito cinepattone del cazzo

  6. @cotoletta:
    che bisogno c’è di offendere Signor Cotoletta?

  7. ragazzi il film è fantastisco troppo divertente grande checco molto meglio dei soliti filmetti “cinepanettone” cmq ho visto che c’è anche un sondaggio io ho votato si, date uno sguardo http://dipen.de/sondaggi/ZALONE

  8. @moma…
    hai mai conosciuto un cozzalone? no perchè da quel che scrivi credo tu non conosca minimamente il personaggio.

  9. fabrizio dice:

    @moma…
    hai mai conosciuto un cozzalone? no perchè da quel che scrivi credo tu non conosca minimamente il personaggio.

    cotoletta dice:

    @ moma:
    ma taci un po’ sfigata.. dici così perchè ti senti chiamata in causa… CHECCO ZALONE E’ IL MIGLIORE!!! se non ti piace la sua comicità vatti a vedere un solito cinepattone del cazzo

    AhAh moma non lo conosci proprio … W CHECCO!!!

  10. Che bella giornata, un successo annunciato

    Sono bastati pochi giorni per collocare il film di Zalone Che bella giornata in testa agli incassi, relegando in posizioni di rincalzo i film di Natale, complice la simpatia straripante di un personaggio ignorante ed ingombrante, che sa però dire pane al pane e vino al vino, prendendo tutti per i fondelli senza distinzioni e gerarchie: islam e cristianesimo, militari e terroristi, destra e sinistra,

    modernità e superstizione con una forma di comicità ruspante ed istintiva, che sgorga da un pollone spontaneo, un mix di candore ed anarchia e raggiunge lo scopo di divertire senza impartire lezioni o lanciare messaggi.
    Zalone non perde il vizio originale del cantare ed accompagna la trama con un paio di canzoncine demenziali del tipo che presentava a Zelig e raggiunge il massimo della comicità grottesca nel secondo tempo, quando trasferisce il suo bestiario tra i trulli di Alberobello e dà luogo ad un escalation di cretineria prorompente, giovandosi delle perfomances dei vari Marescotti, Papaleo e Caparezza, eroi dell’assurdo quotidiano.
    La storia è semplice e scorrevole: il protagonista è un immigrato meridionale addetto alla security di una discoteca che, grazie ad una raccomandazione, riesce a trovare un posto di custode alla curia e poi, per le sue continue gaffes, viene inviato a presiedere la sorveglianza della Madonnina del duomo meneghino. Sarà lì che conoscerà una avvenente studentessa araba che lo irretisce allo scopo di utilizzarlo per un piano criminoso. La fanciulla vuole piazzare una bomba tra le guglie, ma si troverà catapultata in Puglia per un battesimo del quale, a furor di popolo, diverrà madrina. Ci sarà uno scontro tra cultura araba e sottocultura occidentale ed il finale, che non riveliamo, accontenterà tutti.
    Un film da vedere che si permette di far sorridere dicendo cose serissime come quando afferma che le nostre missioni di pace all’estero non sono che manovre di guerra rese ridicole da coloro che vi partecipano, veri mercenari, anche se solo per pagare il mutuo sulla casa.
    Achille della Ragione

  11. ………carina la trama ………… ma la quantità e la qualità di comicità del film non giustifica la gran corsa a vederlo……. consigliato per lo scaricamento da internet e basta.

  12. @ lo zio:
    indubiamente!! andiamo tutti a vederci natale in sud africa! checcho è un vero comico

  13. Io credo che la corsa a vedere questo film sia ingiustificata: meglio aspettare che esca il dvd da noleggiare. La trama è carina, ma il film è scontatissimo e banale. Io penso che Checco Zalone sia un bravo cabarettista, i suoi sketch mi hanno fatto molto ridere quando li ho visti in televisione, ma mi dispiace dover dire che un intero film non riesce a portarlo.

  14. @Francesca. Io invece credo che sia la rinascita della commedia italiana e che valga ben oltre i soldi del biglietto. Credo anche che i radical-chic che infestano questa modernità non abbiano gli strumenti per leggerlo, anche se possono vederlo.

  15. Ce ne vorrebbero di guardie del corpo come Checco…adaette per tenere alto il morale e sdrammatizzare qualche situazione d’impaccio 😀

  16. fa ridere fa piangere e che volete di più dalla vita un lucano

  17. @ Roberto:
    hai proppio ragione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>