Arthur and Lancelot: la Warner Bros. riprende lo sviluppo, Colin Farrell in trattative

di Pietro Ferraro Commenta

Dopo lo stand-by richiesto dalla Warner Bros. per Arthur e Lancelot, Collider via Variety annuncia che il progetto è di nuovo in pista e vede sempre David Dobkin (2 Single a nozze) designato alla regia. L’anno scorso c’erano stati due casting interessanti per i ruoli principali, Kit Harington (Game of Thrones) nei panni di Artù e Joel Kinnaman (The Killing) in quelli di Lancillotto, ma lo studio ha bruscamente stoppato il progetto poco prima dell’inizio delle riprese previste per lo scorso gennaio, onde  risolvere alcuni problemi di budget.

Quando Harington e Kinnaman hanno in seguito firmato un contratto per altri progetti (Harington per The Seventh Son e Kinnaman come protagonista nel remake di Robocop) un loro ulteriore coinvolgimento nel progetto sembrava piuttosto dubbio visto che entrambi avrebbero dovuto tornare alle loro rispettive serie tv entro la fine dell’anno.

La fonte riporta che ora ci sarebbe Colin Farrell in trattative per Arthur and Lancelot, ma non specifica per quale ruolo l’attore si stia candidando, quindi non si sa bene il destino di Kinnaman e Harrington riguardo questo progetto.

Dettagli sulla trama dal regista David Dobkin che ha anche scritto la sceneggiatura:

Ho messo da parte la leggenda. Ho solo tenuto un paio di cose e alcuni personaggi, ho ricreato l’intera leggenda perché stiamo parlando di un riavvio, io non voglio dire troppo, ma l’originale ha sempre avuto un difetto. Ho tolto i difetti, ho reinventato i personaggi rendendoli più solidi. Ho scelto un approccio molto più realistico cosi da sapere perchè questo personaggio si comporta in un modo e un altro in un’altra maniera, scopriremo che il superpotere di Artù è la compassione e l’intuito. Vi dirò questo, il tutto gira attorno alla nascita del concetto di democrazia e propone Artù come il primo uomo ad affermare che tutti gli uomini sono stati creati uguali.

(Photo Credits | Getty Images)

DAVID DOBKIN

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>