Steve Jobs: l’intervista a Seth Rogen

di Cinemaniaco 1

“Steve Jobs” si svolge nei backstage pochi minuti prima dei lanci dei tre prodotti più rappresentativi nell’arco della carriera di Jobs – partendo con il Macintosh nel 1984 e finendo con la presentazione dell’iMac nel 1998 – portandoci, appunto, dietro le quinte della rivoluzione digitale, per tratteggiare un ritratto intimo dell’uomo geniale che è stato il suo epicentro.

Il protagonista è interpretato da Michael Fassbender, il film è scritto da Aaron Sorkin e il regista è Danny Boyle. Di seguito vogliamo mostrarvi l’intervista a Seth Rogen, che nel film interpreta Steve Wozniak, co-fondatore della Apple.

Intervista a Seth Rogen

Ho letto il copione a metà dicembre mentre ero in una parte remota dell’Australia e sapevo che, se tutto fosse andato come doveva, mi sarei trovata in una sala prove il nove gennaio a San Francisco. Sembrava un’impresa titanica ma anche molto eccitante. Ho pensato che la sceneggiatura di Aaron Sorkin fosse complessa – ha quest’atmosfera molto amplificata, stressante, creata dall’intensità e dal ritmo della scrittura. Ho pensato che sarebbe stato un progetto stimolante e volevo sinceramente accompagnare Michael in questo colossale viaggio. Accentando il ruolo ho dovuto confrontarmi con tutto questo dialogare che, però, suonava molto naturale. Questo è il modo di scrivere di Aaron. Alle prove poi, ho chiesto consiglio a Jeff su come trattare il materiale, dato che lui ha lavorato con Aaron per anni. Mi ha detto: “Impara le tue battute – impara semplicemente le tue battute. Non perdere un colpo, non cercare di cambiare niente. Impara solo le battute come sono scritte sulla dannata pagina. Non lasciare niente al caso, credimi.” E aveva perfettamente ragione.

 

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>