Nuit Blanche, recensione in anteprima di Sleepless Night

di Pietro Ferraro 1

Vincent (Tomer Sisley) e Manuel (Laurent Stocker) sono due poliziotti corrotti che organizzano una rapina ai danni di un boss della droga a cui sottraggono, dopo un vero e proprio assalto alla vettura dei trafficanti, una borsa piena di cocaina. Dopo aver nascosto la refurtiva Daniel torna alla centrale dove riceve una telefonata in cui lo informano che suo figlio, l’adolescente Thomas (Samy Seghir), è stato sequestrato e che in cambio della sua vita Daniel dovrà restituire immediatamente la borsa con la droga.

Daniel disperato per il rapimento del figlio decide di riconsegnare la droga rubata, inconsapevole di avere alle calcagna una coppia di poliziotti della disciplinare intenzionati a beccarlo con le mani nel sacco. L’appuntamento per lo scambio è in una discoteca gestita dal trafficante di droga, lo stesso luogo in cui viene tenuto sotto sequestro il figlio di Daniel.

Daniel si troverà così preso tra due fuochi, da una parte il trafficante di droga ansioso di fargli pagare lo sgarbo e dall’altra i due poliziotti che lo pedinano pronti ad arrestarlo, nel mezzo il figlio Thomas in pericolo di vita e la borsa che ad un certo punto sparirà, gettando Daniel nel panico

Il regista francese Frédéric Jardin specializzato in commedie si cimenta con un thriller-poliziesco a tinte crime di notevole fattura, che sorprende per la schiettezza della messinscena, la violenza messa in campo e l’abilità nell’orchestrare e nobilitare un plot oltremodo prevedibile, quasi interamente girato in un’unica location in interni, che se pur ampia avrebbe potuto rivelarsi un’arma a doppio taglio.

Jardin però non si lascia irretire dagli inevitabili stereotipi del filone poliziotti corrotti, anzi li sfrutta a dovere sfumando abilmente il confine tra bene e male, mantenendo saldo il controllo e alta la tensione grazie a cambi di fronte molteplici e repentini, colpi di scena ben centellinati e attori oltremodo credibili, su tutti spicca l’ansiogena e trafelata performance di Sisley.

Nuit Blanche, noto anche con il titolo internazionale Sleepless Night, è transitato lo scorso anno al Festival di Toronto entusiasmando pubblico e critica insieme all’action indonesiano The Raid: Redemption e come quest’ultimo, oltre ad essere ancora inedito in Italia sta per avere di un remake americano. Speriamo che entrambi i titoli fruiscano almeno di un’edizione italiana in dvd, anche se secondo il nostro parere entrambi meriterebbero un’uscita in sala.

Film correlati: The Departed – Il bene e il male / 36 Quai des Orfèvres / Affari sporchi / Copland / Training Day / Dirty / Running / Pride and Glory – Il prezzo dell’onore

Note di produzione: Nel cast figurano anche Joey Starr, Julien Boisselier, Serge Riaboukine, Dominique Bettenfeld, Adel Bencherif, Birol Ünel e Lizzie Brocheré; la colonna sonora è del compositore Nicolas Errèra che ha già collaborato con il regista Frédéric Jardin per la commedia Cravate Club (2002); il budget del film è stato stimato in 2.500.000€.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>