L’Uomo con i Pugni di Ferro, recensione in anteprima

di Felice Catozzi Commenta

Il film con Robert Diggs alla regia e protagonista, con Russel Crowe, Lucy Liu e Quentin Tarantino che promuove il progetto cinematografico, che racconta l’epica storia di guerrieri, assassini e di un eroe solitario, tutti giunti in un leggendario villaggio della Cina per affrontare una battaglia, il cui vincitore si accaparrerà un’immensa fortuna in oro.

L'Uomo con i Pugni di Ferro_Locandina

RZA, alla regia e sceneggiatura, musiche e montaggio de L’Uomo con i Pugni di Ferro, è il fabbro Thaddeus Blacksmith, innamorato di Lady Silk (Jamie Chung), una delle bellissime ragazze del Pink Blossom, la casa di piacere di Jungle Village; a dirigere il locale per incontri è Madame Blossom (Lucy Liu) un’attenta e affascinante donna dalle mille sorprese.

Una Favola Hip Hop in salsa agropiccante

C’è un villaggio in Cina piccolo ma sovrappopolato da diversi clan: è Jungle Village, con i suoi sette clan storici che da sempre sono in guerra tra loro; accanto ai guerrieri e assassini assetati di sangue, spunta un eroe solitario a seguito di un rovesciamento di leadership nel clan dei Lions, con il capo Gold Lions tradito e assassinato per una partita d’oro che presto dovrà attraversare il villaggio. Naturalmente, sono molti gli sciacalli pronti ad assaltare il potenziale bottino, ma la sicurezza del governatore è varia e inaspettata.

Mentre il secondo in comando del clan dei Lions, Silver Lion (Byron Mann), si ribella al grande Gold Lion e ferma il suo processo di pacificazione tra i clan, un oscuro signore di nome Poison Dagger (Daniel Wu) si cela dietro tutta l’operazione e spalleggia il cambio al vertice del potere nel villaggio; purtroppo, questi signori sembrano non aver fatto i conti con il figlio prediletto di Gold Lion, Zen Yi (Rick Yune) che intende vendicare la morte del padre, così diventa necessario l’aiuto di un assassino professionista assoldato da Silver Lion e Poison Dagger, l’implacabile Brass Body (David Bautista). Infine c’è il misterioso Jack Knife (Russel Crowe), che aiuterà Blacksmith a compiere la sua vendetta.

Il giudizio del CineManiaco

È un film dove kung fu, spargimenti di sangue senza contagocce, vendette su vendette e armi a profusione sono il film, il fulcro della vicenda: L’Uomo con i Pugni di Ferro sembra realmente un piatto cinese saltato sulla piastra dove diverse salse, carne e pesce vengono presentate allo spettatore. Buono, forte e sempre con lo stesso sapore.

La presenza di grandi attori del calibro di Lucy Liu e Russel Crowe ha certamente il suo rilievo, ma in sé per sé la sceneggiatura annoia con stereotipi di un genere ormai fin troppo collaudato dal pigmaglione Quentin Tarantino. Certamente chiamerà in sala tantissimi giovani e appassionati del kung fu e dell’action, ma non aspettatevi un plot ai livelli tarantiniani.

Voto 5.5

Scheda Film

USCITA CINEMA: o9/05/2013
GENERE: Azione, Avventura, Arti Marziali
REGIA: RZA
SCENEGGIATURA: RZA, Eli Roth
CAST: Lucy Liu, Russel Crowe, Cung Lee, Byron Mann, Rick Yune, Jamie Chung, David Bautista, Robert Diggs

Trailer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>