I dieci film più brutti della storia del cinema: c’è anche l’italiano Troppo belli!

di Enrico.Nanni 2

L’occhiata che abbiamo dato ieri alla top ten dei film più belli della storia del cinema, è stata, in realtà, una scusa per presentarvi l’articolo di oggi, ovvero lo sfacelo cinematografico catalogato da IMDb. Quella che potremmo chiamare Bottom Ten è infatti una tragica classifica dei film considerati i peggiori dagli utenti.

Spicca, tra tutti, Ben & Arthur, un film scritto, diretto e interpretato da Sam Mraovich. In questo film, una coppia gay cerca di raggiungere la felicità, lottando contro il pregiudizio della società di oggi.

La storia, a dire il vero, non ha tutti questi spunti comici, se non fosse per lo script e per un sacco di trovate che rendono la pellicola non intenzionalmente comica. Uno spasso, assolutamente da vedere, per una serata tra amici.


Al secondo posto, quasi a parimerito con il primo, un altro must della non-vedibilità: Zombie Nation, del tedesco Ulli Lommel. La storia è alquanto surreale: le vittime di un serial killer tornano sotto forma di zombi. A dire il vero, non si sa se sia più rivoltante la sceneggiatura, la regia, la recitazione o il make up.

Scritto e diretto da Bill Cowell, brilla al terzo posto in tutto il suo fulgore The Maize: The movie. La storia ci racconta di un padre alla ricerca delle sue figlie, coadiuvato dai suoi stessi poteri psichici superiori alla media. Chi lo ha visto lo ha definito come un film in cui un tizio corre per due ore, apparentemente senza motivo.

Non vi nascondo la fretta, e il malcelato orgoglio, con cui giungo a presentarvi il quarto classificato: Troppo belli. Non potete non ricordarvelo. Il film è tutto italiano, e la regia di Ugo Fabrizio Giordani è ulteriormente “valorizzata” dagli scrittori: Maurizio Costanzo e Stefano Sudriè .

Costantino Vitagliano (evviva!) e Daniele Interrante sono i protagonisti, che hanno un forte ascendente sul genere femminile. Il loro sogno è lavorare nello show business, e si troveranno ad affrontare i vari ostacoli che si interporranno tra loro e la meta. Il film, ahimè, l’ho visto per scommessa, e vi assicuro che non è da meno rispetto ai vertici della classifica. Provare per credere.

Tornando alla classifica: al quinto posto The Apocalypse, un inutile disaster movie, e immediatamente a seguire, al sesto posto,AVH: Alien vs. Hunter. Il titolo mi ricorda qualcosa: trattasi infatti di un orrendo clone mal riuscito di film come Alien o Predator. Diretto da Scott Harper, attori non male come William Katt e Dedee Pfeiffer non riescono comunque a rendere sufficientemente, vista la trama inconsistente.

Non poteva mancare, nella Bottom Ten, un film di animazione. Kis Vuk (A Little Vuk) considerato da tutti il peggior film animato di sempre. Il film, del 2008, fa acqua da tutte le parti, sia dal punto di vista tecnico che non.

A seguire un bel film tedesco del 1993, Barschel – Mord in Genf?, la storia di un regista che scrive un film sulla morte del politico Uwe Barschel. Per fortuna di chi lo guarda, pare che la pellicola sia molto breve.

Anche la Turchia, che non vuole essere da meno dell’Italia, si presenta nella nostra speciale classifica, come nazione di produzione di Emret komutanim: Sah mat, che dall’alto del suo nono posto, supera di poco la commedia americana Who’s Your Caddy?, entrambi del 2007, in cui un rapper cerca di entrare a far parte di un elitario golf club.

Avete notato che la maggior parte dei film di questa bottom ten sono recenti, laddove quelli della top ten sono per lo più vecchi film? Questo conferma un principio abbastanza naturale, secondo cui le schifezze vengono prodotte in continuazione, mentre le cose belle solo di rado.

Commenti (2)

  1. come sempre l’articolo è davvero divertente e interessante!
    bravo!

  2. Conconrdo! Ma nella lista mancano i “capolavori” dei registi più tamarri di tutti i tempi: Moccia, Michael Bay e Marcus Nispel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>