Guarda il trailer di Caveat di Damian McCarthy e preparati a non dormire

di Kino Commenta

Di Caveat di Damian McCarthy si sa poco, se non pochissimo, ma il trailer comparso in rete rende già perfettamente l’idea di cosa aspettarsi. Ad attirare la nostra attenzione è quel pupazzo di coniglio con quel meccanismo che gli fa suonare un tamburello. Ha tutta l’aria, il pupazzo, di essere ricavato dal cadavere di un coniglio vero, se consideriamo l’aspetto trasandato e inquietante.

Il resto ci mostra un mondo fatto di corridoi claustrofobici, catene e passaggi segreti. L’uomo è legato da un gancio sulla schiena, e appena si muove tira la catena facendo suonare il coniglio. A muovere i fili di tutto questo, da quel che vediamo, è una giovane ragazza dallo sguardo fermo e spento. Cosa bolle in pentola? Non si sa ancora nulla, abbiamo detto, ma al Frightfest di Londra e allo Screamfest di Los Angeles è esploso l’entusiasmo. Loro lo hanno già visto, e per questo ci sentiamo di invidiarli.

Ecco la trama, riportata da Coming Soon:

Quando Isaac (Jonathan French), un vagabondo solitario con una parziale perdita di memoria, accetta il lavoro di prendersi cura della nipote del suo padrone di casa, Olga (Leila Sykes) per qualche giorno. Sembra un lavoro facile, ma c’è una condizione: deve indossare un’imbracatura di pelle con una catena che limita i suoi movimenti ad alcune stanze. Quando lo zio di Olga, Barrett (Ben Caplan) li lascia soli, inizia un gioco del gatto col topo man mano che Olga mostra dei problemi psicologici in peggioramento. Con Isaac intrappolato e alla mercé di Olga, lui inizia a scoprire dei segreti nella casa che coincidono col terrificante ritorno della sua memoria.

Su IMDB scrivono che Caveat di Damian McCarthy segna il debutto del regista al cinema dopo una carriera fatta di lungometraggi. Il film è decisamente minimalista, con soli 3 personaggi che ruotano intorno allo stesso ambiente con il risultato di una sempre crescente claustrofobia. Altro punto di forza, secondo i fortunati spettatori, sono i dialoghi: nessuna conversazione diluita e inutile, soltanto l’essenziale. Tutto il resto è dato dai silenzi e dalle immagini.

Ecco il teaser trailer di Caveat di Damian McCarthy, di cui ancora non conosciamo la data dell’arrivo in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>