Al cinema dall’11 marzo: Rango, Il rito, Le stelle inquiete, Tutti al mare, Carissima me, Gangor, Holy Water, I ragazzi stanno bene, Ramona e Beezus e Ma che storia…

di Diego Odello 2

Questa settimana dieci nuovi film invaderanno le nostre sale cinematografiche. I candidati a conquistare la vetta della classifica del boxe office nostrano sono il film d’animazione Rango e il thriller Il Rito.

Dall’America arrivano anche il film per famiglie Ramona and Beazus e soprattutto il pluri candidato all’Oscar 2011 I ragazzi stanno bene. I cinefili più impegnati potranno gustarsi il drammatico Gangor o il documentario italiano Ma che storia …, gli amanti di film europei potranno indirizzarsi sul franco belga Carissima Me e l’inglese Holy Water, mentre per chi cerca pellicole italiane la scelta è tra la commedia Tutti al mare con Gigi Proietti e il drammatico Le stelle inquiete di Emanuela Piovano.

Dopo il salto, come di consueto, trovate sinossi, poster, lista dei protagonisti e link alle recensioni dei film che troverete da quest’oggi al cinema.

Carissima me (commedia romantica, di Yann Samuel, con Sophie Marceau, Marton Csokas, Michel Duchaussoy, Jonathan Zaccaï, Emmanuelle Grönvold, Juliette Chappey, Thierry Hancisse, Déborah Marique, Roméo Lebeaut, Jarod Legrand, Alexis Michalik): La donna in carriera Margaret riceve il giorno del suo quarantesimo compleanno le lettere che scriveva quando aveva sette anni. Rileggere le missive per lei sarà un modo per immergersi nel passato e interrogarsi sul come è diventata nel presente.

Gangor (drammatico, di Italio Spinelli, con Adil Hussain, Samrat Chackrabarti, Priyanka Bose, Tillotama Shome, Seema Rahmani): il fotoreporter Upin, inviato in Bengala, a Purulia rimane impressionato da come Gangor allatta il suo bambino e la immortala. La foto viene pubblicata sul giornale e la vita della donna cambia radicalmente.

Holy Water (commedia, di Tom Reeve, con John Lynch, Lochlann O’Mearain, Susan Lynch, Adam Astill, Angeline Ball, Deirdre Mullins, Cian Barry, Ray Callaghan, Lisa Catara, Cornelius Clarke, Dara Clear, Chrissie Cotterill): In un paesino dell’Iirlanda quattro scapoli decidono di rubare un carico di Viagra, per poi rivenderlo ad Amsterdam. Quando l’azienda produttrice del farmaco gli mette addosso una squadra investigativa, i quattro amici decidono di buttare tutta la refurtiva nel pozzo della città. Il contenuto finisce a contatto con l’acqua potabile e il popolo del loro villaggio si trasforma… LA RECENSIONE IN ANTEPRIMA.

Ma che storia… (documentario di Gianfranco Pannone): un viaggio tragicomico nella storia dell’Unità d’Italia.

I ragazzi stanno bene (commedia, di Lisa Cholodenko, con Julianne Moore, Annette Bening, Mark Ruffalo, Mia Wasikowska, Josh Hutcherson, Yaya DaCosta, Kunal Sharma, Eddie Hassell, Rebecca Lawrence): Nic e Jules, sposate, vivono nella California del Sud insieme ai loro figli adolescenti Joni e Laser. Tutto va per il verso giusto, fino a quando i loro figli non decidono di voler conoscere il loro padre biologico, lo scapolo incallito e ristoratore Paul … LA RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Ramona and Beezus (commedia, di Elizabeth Allen, con Joey King, Selena Gomez, John Corbett, Bridget Moynahan, Ginnifer Goodwin, Josh Duhamel, Jason Spevack, Sierra McCormick, Sandra Oh): La storia delle rocambolesche avventure della piccola peste Ramona Quimby e della sorella maggiore e paziente Beezus, alle prese con il salvataggio della casa della loro famiglia. LA RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Rango (film d’animazione, di Gore Verbinski): Rango, piccolo camaleonte dal cuore grande, decide di lasciare il proprio terrario per visitare il mondo e ritrovare la sua identità. Il nostro protagonista si troverà a contatto con una tartaruga sindaco, un serpente a sonagli, cani della prateria ladri, la prima lucertola della sua vita, e diventerà lo sceriffo della piccola cittadina. LA RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Il rito (thriller, di Mikael Håfström, con Anthony Hopkins, Alice Braga, Ciarán Hinds, Toby Jones, Ciarán Hinds, Rutger Hauer, Chris Marquette, Franco Nero, Maria Grazia Cucinotta, Marta Gastini): il seminarista Michael Kowak, si reca in Vaticano a studiare l’esorcismo. Lo scetticismo del ragazzo finisce quando conosce Padre Lucas, un sacerdote che ha eseguito migliaia di esorcismi ed è pronto a raccontargli ogni cosa.

Le stelle inquiete (drammatico, di Emanuela Piovano, con Larà Guirao, Fabrizio Rizzolo, Isabella Tabrini, Marc Perrone, Danilo Bertazzi, Dil Gabriele Dell’Aiera, Luigi Liprandi): un magico interludio estivo, come un dono segreto, si offre ad una giovane donna di fama in un momento triste della Storia quando lei accetta con riluttanza l’invito di una coppia di piccoli proprietari terrieri. Ispirato ad un vero episodio della breve vita della filosofa francese Simone Weil(1909 – 1943), questa è la magica storia del suo incontro con il suo ospite, Gustave, il filosofo contadino, che più tardi pubblicherà uno dei suoi più famosi manoscritti. Grazie all’incanto di questa terra “di fate” sotto il sole della campagna coltivata a vite, Simone, Gustave e sua moglie Yvette vivono un’intimità unica e preziosa. E così l’attrazione, la complicità, e la gelosia, lasciano posto all’amore e alle risa, e il potere della pura gioia sembra per un attimo fermare il tempo in uno dei periodi più bui della Storia.

Tutti al mare (commedia, di Matteo Cerami, con Marco Giallini, Gigi Proietti, Ilaria Occhini, Anna Bonaiuto, Libero De Rienzo, Francesco Montanari, Ambra Angiolini, Claudia Zanella, Sergio Fiorentini): ogni mattina, spingendo la carrozzella di sua madre, Maurizio percorre la passerella di lego che attraversa la macchia e lo porta all’entrata del suo chiosco sulla spiaggia. Dopo essersi assicurato che i suoi inservienti, Khaled e Omar, abbiano fatto un buon lavoro, va a issare la bandiera italiana, che svetta in cima alla costruzione. E’ tutto pronto, si aspettano i primi clienti… LA RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>