Al cinema dal 7 ottobre 2011: Abduction, L’amore che resta, Cara, ti amo, Ex: Amici come prima!, Final Destination 5, Jane Eyre, Tomboy, Il villaggio di cartone, L’amore fa male

di Diego Odello Commenta

Questo weekend usciranno al cinema ben nove film. Il più atteso al box office è senza dubbio Ex: amici come prima: la commedia dei fratelli Vanzina potrebbe rilanciare i film italiani che non stanno più brillando ai botteghini, oppure risultare un flop. Il verdetto lo avremo lunedì. Gli altri otto film cercheranno di catturare ogni tipo di cinefilo: Jane Eyre e L’amore che resta sono adatti a tutti coloro che scelgono storie forti a Stelle e strisce; Abduction e Final Destination 5 potrebbero pestarsi i piedi e dividersi il giovane pubblico; Tomboy è l’ideale per chi ama il cinema francese; Cara, ti amo e L’amore fa male per coloro che cercano pellicole made in Italy. Non si può dimenticare, infine, l’ultima opera di Ermanno Olmi, Il villaggio di cartone.

Abduction – Riprenditi la tua vita (film d’azione, di John Singleton, con Taylor Lautner, Lily Collins, Alfred Molina, Jason Isaacs, Maria Bello, Michael Nyqvist, Sigourney Weaver, Antonique Smith, Denzel Whitaker, Nickola Shreli, Allen Williamson, William Peltz): Nathan (Taylor Lautner), trova una foto che lo ritrae bambino scoprendo così che quelli che l’hanno cresciuto non sono i suoi veri genitori. Questa scioccante verità porterà Nathan, tra inseguimenti e alto spionaggio, a dover ricostruire il puzzle della sua vera vita pezzo per pezzo.

L’amore che resta (drammatico, di Gus Van Sant, con Mia Wasikowska, Jane Adams, Schuyler Fisk, Lusia Strus, Henry Hopper, Chin Han, Ryo Kase, Kyle Leatherberry, Austin Miller, Jesse Henderson, Colton Lasater, Victor Morris): La storia d’amore tra Enoch Brae e Annabel, il primo orfano, la seconda gravemente malata.

L’amore fa male (commedia, di Mirca Viola, con Stefania Rocca, Nicole Grimaudo, Paolo Briguglia, Diane Fleri, Claudio Bigagli, Stefano Dionisi): Germana è una attrice disoccupata e madre di una ragazzina, Monica. Amante del maturo Massimo, ricco avvocato romano, per caso, incontra l’affascinante Gianmarco, col quale intreccia una coinvolgente storia d’amore. Intanto l’amica Elisabetta, giovane medico in crisi col marito Aldo, invita Germana a fare un viaggio in Sicilia. Durante la vacanza tra le due donne, pur nelle rispettive diversità di vita, si rinsalda il rapporto di amicizia, proprio mentre affiorano per entrambe una serie di risvolti inaspettati e crude verità… RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Cara, ti amo… (commedia, di Gian Paolo Vallati, con Angelo Orlando, Luciano Scarpa, Alessandro Procoli, Massimiliano Franciosa, Elda Alvigini, Sara Ricci, Nina Torresi, Gianmarco Tognazzi): Quattro amici, un autore tv, un insegnante di tennis sciupa femmine, un architetto casto, e un barman si interrogano sull’universo femminile.

Ex: Amici come prima! (commedia, di Carlo Vanzina, con Enrico Brignano, Anna Foglietta, Alessandro Gassman, Teresa Mannino, Ricky Memphis, Gabriella Pession, Paolo Ruffini, Vincenzo Salemme, Liz Solari, Natasha Stefanenko, Tosca D’Aquino, Veronica Logan): accordi e disaccordi, crimini e misfatti, amori in corso di coppie allo sbaraglio che per incredibili scherzi del destino incroceranno le loro esistenze per un momento, o forse per sempre, in questa romantica commedia degli equivoci dove niente è come sembra. Un ironico ritratto della storia, o forse, della geografia sentimentale dei nostri giorni. Perché nel corso della nostra vita, prima o poi, ognuno di noi è destinato a diventare un “ex”: ex alunno, ex commilitone, ex amico, ex migliore amico, ex fidanzato, ex marito. Questo film è dedicato a loro, allo sterminato esercito degli “ex”. Per i quali c’è sempre una seconda occasione.. RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Final Destination 5 (horror, di Steven Quale, con Nicholas D’Agosto, Emma Bell, David Koechner, Tony Todd, Courtney B. Vance, Jacqueline MacInnes Wood, Miles Fisher, Arlen Escarpeta, P.J. Byrne, Ellen Wroe, Tanya Hubbard): la Morte è onnipresente e si scatena dopo la premonizione di un uomo che salva un gruppo di colleghi al terrificante crollo di un ponte sospeso. Ma questo gruppo di anime ignare non avrebbe dovuto mai sopravvivere, e, in una terrificante corsa contro il tempo, lo sfortunato gruppo cerca freneticamente di scoprire un modo per sfuggire all’agenda sinistra della Morte. RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Jane Eyre (drammatico, di Cary Fukunaga, con Mia Wasikowska, Jamie Bell, Su Elliot, Holliday Grainger, Tamzin Merchant, Amelia Clarkson, Craig Roberts, Sally Hawkins, Lizzie Hopley, Jayne Wisener, Emily Haigh): una donna fragile e forte, un’eroina senza tempo, appassionata e oscura, percorre prati, corridoi e castelli dell’Inghilterra del XIX secolo. Amore, passione, dolore, sogni e paure in un film che seduce, sorprende e commuove. Jane, dopo un’infanzia di crudeltà, é determinata a vivere la propria vita senza paura, intensamente. L’incontro con Rochester le spalancherà le porte di un amore travolgente, segnato però, da incomprensibili lampi di tenebra e inquietudine. Un folle segreto la terrà lontana dalla felicità e la porterà a reinventarsi ancora una volta, salvo poi capire, finalmente, di poter esistere solo nell’amore, ad ogni costo. L’audace rilettura in chiave gotica di un capolavoro della letteratura di tutti i tempi ci accompagna in un incubo da sogno, come solo le grandi storie sanno fare. RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Tomboy (drammatico, di Céline Sciamma, con Zoé Heran, Malonn Lévana, Jeanne Disson, Sophie Cattani, Mathieu Demy, Yohan Ventre, Noah Ventre, Cheyenne Lainé, Cheyenne Lainé, Ryan Bonbeleri): Laure è una bambina di dieci anni che si è appena trasferita in un nuovo quartiere di Parigi. La ragazzina, per farsi accettare subito dai suoi coetanei, decide di fingersi un maschio e si fa chiamare Mickael. Tutti i suoi nuovi amici ci cascano, compresa la piccola Lisa con cui Laure instaura un rapporto speciale. La scuola, però, è alle porte e la verità verrà fuori..

Il villaggio di cartone (drammatico, di Ermanno Olmi, con Joe R. Lansdale, Rutger Hauer, Massimo De Francovich, Alessandro Haber, John Geroson, El Hadji Ibrahima Faye, Samuels Leon Delroy, Irma Pino Viney, Fatima Alì): Come un mucchio di stracci buttato là, sui gradini dell’altare. E’ il vecchio Prete, per tanti anni parroco in quella chiesa che ora non serve più e viene dismessa. Gli operai staccano dalle pareti i quadri dei santi e ogni altro addobbo, e mettono al sicuro gli oggetti sacri più preziosi dentro cofani speciali. Un lungo braccio meccanico stacca il grande Crocefisso a grandezza d’uomo appeso alla cuspide sopra l’altare per calarlo a terra come uno sconfitto. E’ inutile opporsi: nulla potrà fermare il corso degli eventi che l’incalzare delle nuove realtà impongono alla storia. Quando tutto sarà concluso, il ‘saccheggio’ avrà lasciato un vuoto doloroso, con le pareti nude e l’altare maggiore spoglio come un sepolcro. Lo sguardo del vecchio Parroco si leva verso il culmine del presbiterio dove la sparizione del Grande crocefisso è il compimento ultimo dell’atto sacrilego.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>