Un giorno, per caso: recensione

di Redazione 3

Melanie parker (Michelle Pfeiffer) è una donna molto attraente, divorziata, e architetto in carriera, purtroppo  gli impegni quotidiani si accavallano e a volte stare dietro ai figli e agli innumerovoli impegni quotidiani non è cosa semplice. non mettiamoci poi lo stress e una certa repulsione post-divorzio per l’altro sesso diventato, almeno per qualche tempo, fonte di tutti i mali.

Jack Taylor (George Clooney) ha molto in comune con Melanie, sicuramente lo stress da divorzio ed un figlio unico con cui fare i quotidianamente i conti, ma in questo forse a differenza di Melanie, è aiutato da una sorta di sindrome di Peter Pan che lo affligge e che attutisce i fastidiosi effetti collaterali di un quotidiano impegnativo e gli permette di affrontare la giornata con un piglio più ironico.

Il destino ha deciso da tempo che i due debbano far coppia fissa, ma loro ancora non lo sanno e galeotto sarà un ritardo di entrambi nell’accompagnare i rispettivi figli  a scuola per una gita scolastica. Questo innescherà una serie di imprevisti e disavventure che li porteranno a conoscersi, comprendersi e alla fine di un’intensa giornata ad innamorarsi.

Un giorno, per caso è una godibile pellicola romance costruita attorno alla verve ed al talento dei due protagonisti. Una fascinosa e iperattiva Michelle Pfeiffer, aggressiva e al contempo profondamente impaurita ed un sornione ed affascinante George clooney che sfoggia tutto il suo irresisitibile repertorio da romance.

Il regista Michael Hoffman (Restoration, Il club degli imperatori) non deve far altro che incorniciare le performance dei due divi con un cast di solidi caratteristi ed una New York sempre pronta a dare il meglio di sè come una onnipresente ed  affidabile spalla cinematografica.

Un giorno, per caso piacerà sicuramente agli irriducibili romantici, a chi ha amato comedy come Insonnia d’amore e preferisce un approccio alla commedia romantica decisamente piu’ adulto e raffinato, che comunque pensiamo, vista la presenza di Clooney, non dispiacerà anche ad un pubblico più giovane.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>