Hindeburg: l’ultimo volo, Il ragazzo di campagna, Oltre la lavagna. La scuola della speranza, Super 8, Never Back Down, Dragon Trainer, Zia Angelina, Gli anni spezzati, Nessuno mi può giudicare, Giustizia a tutti i costi, stasera in tv

Immancabile per questo sabato 21 settembre un bel film d’azione con Steven Seagal, che potremo vedere in azione nella pellicola del 1991 di John Flynn “Giustizia a tutti i costi”, a fare da traino per una serata che offre divertimento per gli amanti di tutti i generi di cinema.

Agaist-the-Dark-Steven-Seagal-Tanoai-Reed-Skye-Bennett-Jeff-Chase-01_mid

Il ragazzo di campagna, recensione

Artemio (Renato Pozzetto) è il tipico ragazzotto di campagna tutto casa e lavoro, ma la sua vita comincia a stargli tremendamente stretta, stufo di sentirsi isolato dal mondo entro i confini di un paesotto composto da una manciata di anime quasi tutte ormai rassegnate ad un’incipiente senilità, accudito dalla iper-protettiva madre e corteggiato da una delle poche ragazze del luogo che Artemio però non ricambia.

Sarà il giorno del suo quarantesimo compleanno ad aprirgli gli occhi, quarant’anni trascorsi senza conoscere nulla del mondo esterno, della città che a qualche chilometro da lui è nel frattempo cresciuta a dismisura modernizzandosi, mentre il tempo per lui è rimasto inesorabilmente fermo.

Così preso qualche effetto personale Artemio approda nella tentacolare Milano dove si scontrerà con tutti i problemi di una grande metropoli come trovare un lavoro ed evitare quotidianamente che qualcuno si approfitti della sua buona fede, ma quando le cose sembreranno ormai senza speranza, Artemio incontrerà la bella Angela (Donna Osterbuhr).

Venezia 2010, Massimo Boldi deluso diserta la Mostra

Polemiche anche sulla retrospettiva dedicata quest’anno dalla Mostra del Cinema di Venezia alla commedia italiana anni’80, iniziativa nata con l’intento di ridare dignità ad un filone da sempre snobbato dalla critica ufficiale, ma che ha portato in sala milioni di spettatori e creato schiere di cultori.

L’ultima nota polemica e del reuccio dei cinepanettoni Massimo Boldi, che ha voluto far notare ai selezionatori della Mostra alcune imperdonabili dimenticanze tra cui il suo film Fratelli d’italia che vanta numerosi record tra incassi al botteghino e passaggi televisivi e altri film che secondo Boldi avrebbero meritato di essere inseriti nella retrospettiva e a cui l’attore ha dato un contributo rilevante, tra questi il campione d’incassi con la coppia Montesano/Verdone I due carabinieri.