Globi d’oro 2011, nomination: guidano Noi credevamo e La solitudine dei numeri primi con 4 candidature

Il prossimo 1° luglio a Roma presso Villa Massimo Accademia Tedesca si terrà l’edizione 2011 dei prestigiosi Globi d’Oro, i premi assegnati dall’Associazione della Stampa Estera in Italia.

Comunicati i candidati di quest’anno, saranno tre le pellicole a contendersi il prestigioso riconoscimento per il miglior film dell’anno, L’Habemus Papam di Nanni Moretti di recente transitato in concorso nella Selezione ufficiale del Festival di Cannes 2011 e candidato a sette Nastri d’argento, il sorprendente dramma storico Noi credevamo di Mario Martone con all’attivo ben sette David di Donatello e uno speciale Nastro d’argento come caso cinematografico dell’anno e infine I fiori di Kirkuk dell’iraniano Fariborz Kamkari.

Per quanto riguarda invece le nomination a miglior attore e attrice, doppia nomination per la commedia Nessuno mi può giudicare con in lizza Raoul Bova e Paola Cortellesi. Dopo il salto trovate la lista completa delle candidature.

Box Office 17-21 novembre 2010: Harry Potter e i doni della morte Parte I primo in tutto il mondo

Questa settimana i box office di tutto il mondo sono stati cannibalizzati da Harry Potter e i doni della morte – Parte I, il penultimo film dedicato al mago, ai suoi amici e ai suoi nemici, che tanto piace ai babbani. Ad oggi il film, uscito in 92 nazioni, compresi l’Italia e gli USA, ha incassato 330 milioni di dollari (205 escludendo gli States) di cui 16,6 milioni dalle sale IMAX (nuovo record).

La situazione americana. Il settimo film di Harry Potter detronizza la concorrenza incassando 125 milioni di dollari (quasi 50 in più del sesto capitolo; oltre 30mila dollari di media per sala; miglior esordio della saga; possibile miglior incasso dell’anno in USA, anche se bisognerà vedere la tenuta). Alle sue spalle si accodano Megamind, secondo con 16,1 milioni di dollari (109,4 totali), Unstoppable – Fuori controllo, terzo con 13,1 milioni di dollari (41,9 milioni totali), Parto col folle, quarto con 9,1 milioni di dollari (72,6 milioni totali) e The Next Three Days, deludente quinto, all’esordio, con 6,7 milioni di dollari.

La situazione italiana. Harry Potter 7 racimola ben 7,4 milioni (ma potrebbero essere pure di più, tanto da arrivare ad essere il terzo miglior esordio di sempre) grazie alle 836 sale e alla altissima media di 8.915 € a sala. Benissimo in seconda posizione Saw 3D con 1,97 milioni di euro (2,47 contando il mercoledì e il giovedì), grazie ad una media per sala elevata (7.175 €, anche grazie al sovraprezzo per il 3D). Dietro tengono in qualche modo Maschi contro femmine, terzo con 855mila euro (12,53 milioni totali), The Social Network, quarto con 573mila euro (1,7 milioni totali) e Benvenuti al sud, quinto con 549mila euro (28,5 milioni totali e secondo miglior incasso italiano di sempre). Le altre novità: Un marito di troppo si piazza soddisfacentemente in sesta posizione con 505mila euro. Male gli altri: Scott Pilgrim vs. The World è quindicesimo con 136mila euro, I fiori di Kirkuk è diciassettesimo con 87mila euro, Dalla vita in poi è diciannovesimo con 70mila euro. Fuori dai primi venti L’estate di Martino con 21mila euro (ma con 3.600 euro di media per sala), Io sono con te con 19mila euro e Illegal con 11mila euro.

Andiamo a riassumere i primi cinque posti della classifica settimanale italiana e di quella americana.

Al cinema dal 19 novembre 2010: Harry Potter e i doni della morte: Parte I, Dalla vita in poi, L’estate di Martino, I Fiori di Kirkuk, Illegal, Io sono con te, Un marito di troppo, Saw 3D, Scott Pilgrim vs. the World, Solo andata – Il viaggio di un Tuareg

Quest’oggi al cinema escono dieci nuovi film, la maggior parte dei quali probabilmente trattati come carne da macello, dato che alle commedie italiane dominatrici del box office, si aggiunge l’attesissimo Harry Potter e i doni della morte: Parte I, oltre a due blockbuster americani che già difficilmente avranno abbastanza visibilità, come il giovanilistico Scott Pilgrim vs. the world e l’horror Saw 3D.

Il quadro delle uscite prevede anche: la commedia italiana Dalla vita in poi, i drammatici I fiori di Kirkuk, Illegal, L’estate di Martino, Io sono con te, il documentario Solo andata – Il viaggio di un Tuareg e la commedia americana Un marito di troppo.

Come sempre dopo il salto trovate le sinossi, le locandine e la lista dei protagonisti dei nuovi titoli che troverete nelle nostre sale questo weekend.

I fiori di Kirkuk, trailer italiano

Venerdì uscirà in sala I fiori di Kirkuk, il drammatico italo irakeno di Fariborz Kamkari, con Elisabetta Pellini, Morjana Alaoui, Ertem Eser, Mohamed Zouaoui.

Qui sopra potete vedere il trailer italiano del film che racconta la storia di Najla, una ragazza che ha studiato medicina in Italia, che negli anni ottanta, in pieno regime di Saddam Hussein, decide di tornare a Kirkuk per trovare il fidanzato coinvolto nella resistenza.