Los Angeles Film Critics Association Awards 2011, vincitori: miglior film The descendants e miglior attore Michael Fassbender

di Pietro Ferraro Commenta

Prosegue l’intensa sequenza di premiazioni che ieri hanno visto l’assegnazione da parte della critica statunitense di diversi prestigiosi riconoscimenti. Stavolta ci occupiamo dei Los Angeles Film Critics Association Awards 2011 (LAFCAA) che hanno visto eletto miglior film dell’anno il dramma famigliare The Descendants di Alexander Payne, miglior regista Terrence Malick per il poetico The Tree of Life, che porta a casa anche il premio per la miglior fotografia, mentre la categoria miglior attore ha visto svettare ancora una volta il lanciatissimo Michael Fasssbender che viene premiato per una summa di notevoli interpretazioni che l’hanno visto protagonista in A Dangerous Method, Jane Eyre, Shame e X-Men: L’inizio. Prima di lasciarvi alla lista completa dei premiati di quest’anno, che trovate suvbito dopo il salto vi segnaliamo la vittoria dell’italiano Dante Ferretti per le scenografie dell’Hugo Cabret di Scorsese.

LAFCAA 2011

MIGLIOR FILM

The Descendants

(secondo classificato: The Tree of Life)

MIGLIOR  REGISTA

Terrence Malick, The Tree of Life

(secondo classificato: Martin Scorsese, Hugo Cabret)

MIGLIOR ATTORE

Michael Fassbender, A Dangerous Method, Jane Eyre, Shame, X-Men: L’inizio

(secondo classificato: Michael Shannon, Take Shelter)

MIGLIOR ATTRICE

Yun Jung-hee, Poetry

(seconda classificata: Kirsten Dunst, Melancholia)

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

Christopher Plummer, Beginners

(secondo classificato: Patton Oswalt, Young Adult)

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA

Jessica Chastain, Coriolanus, The Debt, The Help, Take Shelter, Texas Killing Fields, The Tree of Life

(seconda classificata: Janet McTeer, Albert Nobbs)

MIGLIOR FILM D’ANIMAZIONE

Rango

(secondo classificato: Le avventure di Tintin: Il segreto dell’unicorno)

MIGLIOR DOCUMENTARIO/FILM DI NON FICTION

Cave of Forgotten Dreams

(secondo classificato: The Arbor)

MIGLIOR FILM STRANIERO

City of Life and Death

(secondo classificato: Una separazione)

MIGLIOR SCENEGGIATURA

Una separazione, Asghar Farhadi

(secondo classificato: The Descendants, Alexander Payne, Nat Faxon, Jim Rash)

MIGLIOR FOTOGRAFIA

The Tree of Life, Emmanuel Lubezki

(secondo classificato: City of Life and Death, Cao Yu)

MIGLIOR SCENOGRAFIA

Hugo Cabret, Dante Ferretti

(secondo classificato: La talpa, Maria Djurkovic)

MIGLIORI MUSICHE

Hanna, The Chemical Brothers

(secondo classificato: Drive, Cliff Martinez)

PREMIO NUOVA GENERAZIONE

Al team creativo dietro a Martha Marcy May Marlene (Antonio Campos, Sean Durkin, Josh Mond ed Elizabeth Olsen)

MIGLIOR FILM INDIPENDENTE/SPERIMENTALE

Spark of Being

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>