Amici di letto, recensione in anteprima

di Pietro Ferraro 1

Jamie (Mila Kunis) è una reclutatrice di creativi per un’agenzia d’impiego che riesce a portare a New York il talentuoso Dylan (Justin Timberlake), che lavora come art director per una piccola società di internet in quel di Los Angeles. Jamie ha il compito di riuscire a convincere Dylan a sostenere un colloquio di lavoro con la rivista GQ e firmare un contratto che lo porterebbe a trasferirsi nella Grande Mela. Dylan arriva a New York e dopo il colloquio, nonostante la proposta lo alletti sembra titubante a lasciare il suo attuale lavoro, ma ci penserà Jamie a sistemare la pratica, improvvisandosi Cicerone per una notte porterà Dylan in giro per la città e nel bel mezzo di un Flash Mob a Time Square riuscirà a convincerlo e inconsapevolmente a far breccia nel suo cuore.

Sia Jamie che Dylan però sono appena usciti da relazioni che li hanno fatti soffrire, in special modo Jamie, che nonostante il suo fare trasgressivo e la sua aria da schizzata in realtà è piuttosto fragile ed in cerca del vero amore, quello capace di illuminare le giornate di pioggia e che su grande schermo spacca il secondo, arrivando sempre dopo un bacio e poco prima dei titoli di coda. Così i due hanno l’idea del secolo, che sin da subito sembra destinata a naufragare miseramente, restare buoni amici e concedersi occasionali episodi di solo sesso, quindi bandite le coccole, le promesse, niente impegni, nienti responsabilità e secondo i due nessuna controindicazione.

Niente di piu sbagliato perchè non ci vorrà molto prima che la gelosia e i primi sussulti li mettano di fronte ad una verità conclamata, un sentimento di cui tutti hanno già intuito la natura solo guardandoli insieme e che solo Jamie e Dylan continuano a negare a loro stessi, l’amicizia è solo un’arma di difesa contro un sentimento forte che potrebbe far troppo male, ma così travolgente che non potrà che alla fine avere la meglio…appena prima dei titoli di coda.

Dopo Crazy, Stupid, Love ancora una commedia che sorprende, coinvolge e diverte grazie ad una messinscena frizzante, dialoghi brillanti e due protagionisti che sfoggiano un’alchimia su schermo assolutante deliziosa e genuina. Justin Timberlake sfoggia una recitazione efficace, un sex-appeal per nulla costruito e si lascia trascinare dalla vera sorpresa del film, una Mila Kunis travolgente che sfoggia un’inedita vis comedy fragile, sexy e vulcanica, insomma il regista Will Gluck, dopo l’ottimo Easy Girl con Emma Stone, mette in scena ogni clichè possibile e immaginabile e per quella strana alchimia che ogni tanto accade davanti alla macchina da presa e qualche volta nella vita reale,  tutto magicamente funziona e fila liscio fino al canonico e convenzionale lieto fine, che sorprendentemente non stona per nulla con una comedy che sprizza energia e talento.

Insomma Amici di letto è una comedy ironica e romantica, un binomio che se veicolato come in questo caso da una sceneggiatura light e ben equilibrata figlia sano divertimento, anche se ci sembra giusto segnalare che la pellicola non è da considerarsi un film per famiglie visto il linguaccio piuttosto esplicito e la connotazione sessuale che rimane dinamica preponderante della pellicola, anche se in questo caso trattata in maniera tanto ironica da smussare qualche inevitabile volgarità di fondo, che ormai per il genere sembra quasi un inevitabile pegno da pagare.

Nelle sale a partire dal 14 ottobre 2011.

Note di produzione: nel cast figurano anche Emma Stone, Woody Harrelson e il veterano Richard Jenkins.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>