Al cinema dal 3 febbraio 2012: Hugo Cabret, I Muppet, Millennium – Uomini che Odiano le Donne, Don’t Think, Hesher è stato qui, Polisse, Sulla strada di casa, Italy: Love It or Leave It

di Diego Odello Commenta

Per gli amanti di cinema nel primo weekend di febbraio 2012 c’è l’imbarazzo della scelta: in sala arrivano otto film e ben tre possono puntare a conquistare almeno il podio. Il titolo di maggior spessore è Hugo Cabret, il film di Martin Scorsese candidato a ben undici premi Oscar, tra i quali quello per il miglior film e quello per la miglior regia. Da tenere d’occhio anche I Muppet, che ha un pubblico simile a quello di Hugo Cabret e una storia divertente, e Millennium Uomini che odiano le donne, il drammatico diretto da David Fincher che in America ha convinto anche la critica. Per chi preferisce i titoli italiani si segnalano Sulla strada di casa, thriller di Emiliano Corapi apprezzato all’estero, Italy: Love it, or Leave it, premiato nei festival di mezzo mondo. Completano il quadro delle nuove uscite il drammatico francese Polisse, presentato al Festival di Cannes 2011, il drammatico americano Hescher è stato qui e il documentario musicale dedicato ai Chemical Brothers Don’t Think.

Don’t Think (documentario musicale di Adam Smith): il live dei Chemical Brothers girato con 20 telecamere durante il Fujirock Festival.

Hesher è stato qui (drammatico, di Spencer Susser, con Joseph Gordon-Levitt, Natalie Portman, Rainn Wilson, Devin Brochu, Piper Laurie, John Carroll Lynch, Monica Staggs, Audrey Wasilewski, Lyle Kanouse, Paul Bates): T.J. ha 13 anni. Con il padre Paul si è trasferito a vivere dalla nonna, nel tentativo di riprendersi dalla morte della madre, avvenuta due mesi prima in un incidente. La possibilità di riprendersi, per T.J., arriva nella forma più inaspettata e imprevedibile. Quella del giovane Hescher, un solitario metallaro sporco e malnutrito con l’hobby di dare fuoco alle cose e dalla sigaretta sempre accesa. T.J. rimane affascinato dal carisma e dall’anticonvenzionalità di Hesher, e sarà solo grazie alla sua carica anarchica ed eversiva che lui e suo padre riusciranno a impadronirsi nuovamente delle loro vite. LA RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Hugo Cabret (fantastico / avventura, di Martin Scorsese, con Chloe Moretz, Jude Law, Ben Kingsley, Emily Mortimer, Sacha Baron Cohen, Michael Pitt, Christopher Lee, Ray Winstone, Michael Stuhlbarg, Helen McCrory, Asa Butterfield): Racconta l’avventura di un ragazzo pieno di inventiva, che mentre cerca la chiave per far luce su un segreto legato alla vita di suo padre, finisce per migliorare quelle delle persone che lo circondano, trovano inoltre un luogo che può chiamare finalmente casa.

Italy: Love It, or Leave It (avventura, di Gustav Hofer, Luca Ragazzi, con Giuseppe Pugliese, Mary Epifania, Carlo Petrini, Lorella Zanardo, Claudia D’Aita, Carla Girasole, Nichi Vendola, Padre Fedele, Ignazio Cutrò, Loredana Simioli, Andrea Camilleri, Francesco Pascale): Luca e Gustav sono due ragazzi italiani che di recente hanno assistito all’esodo di molti amici coetanei che hanno deciso di lasciare l’Italia per mete come Berlino, Londra o Barcellona. Persone creative che non vedono un futuro in questo paese, stanchi del costo della vita, del precariato, dell’atteggiamento reazionario, del baronato nel mondo accademico, della mancanza di attenzione per i diritti umani, l’abbrutimento e la mancanza di meritocrazia. Anche Gustav crede che andarsene sia la cosa migliore da fare mentre Luca vuole convincerlo che l’Italia è ancora un paese pieno di buoni motivi per restare, di persone appassionate che ogni giorno conducono una battaglia silenziosa perché le cose possano cambiare. Prima di prendere una decisione definitiva, si danno sei mesi per capire se è ancora possibile re-innamorarsi dell’Italia. Decidono di fare un viaggio con una vecchia Fiat 500, su e giù per lo stivale. Vanno alla ricerca di storie, aneddoti, personaggi, per scoprire cos’è rimasto dell’Italia che all’estero fa ancora tanto sognare, cercando di capire meglio un paese dal passato tanto celebrato e dal futuro incerto, lasciando la porta aperta all’imprevedibile. Scopriranno un paese diviso e contraddittorio ma sull’orlo di un cambiamento.

Millennium – Uomini che Odiano le Donne (drammatico, di David Fincher, con Daniel Craig, Rooney Mara, Robin Wright, Stellan Skarsgård, Joel Kinnaman, Embeth Davidtz, Christopher Plummer, Joely Richardson, Goran Visnjic, Julian Sands): il giornalista di successo Mikael Blomkvist, aiutato della giovane e ribelle hacker Lisbeth Salander accetta un incarico dal ricco industriale H. Vanger: indagare sulla scomparsa della nipote Harriet, avvenuta quarant’anni prima. Da allora, ogni anno un misterioso dono anonimo riapre la vicenda. Dopo mesi di ricerche, Blomkvist e Salander scopriranno la sconvolgente ed inaspettata verità.

I Muppet (commedia, di James Bobin, con Mila Kunis, Emily Blunt, Amy Adams, Zach Galifianakis, Jason Segel, Rashida Jones, Chris Cooper, Selena Gomez, John Krasinski, Neil Patrick Harris, Jack Black, Danny Trejo, Rashida Jones, Katy Perry, Billy Crystal, Ricky Gervais, Chris Cooper): in vacanza a Los Angeles con i suoi amici Gary e Mary, Walter, il più grande fan dei Muppet, scopre il piano del petroliere Tex Richman di radere al suolo il teatro dei Muppet per recuperare il petrolio scoperto di recente. Per mettere in piedi un grande Muppet Telethon e raccogliere i 10 milioni di dollari necessari per salvare il teatro, Walter, Mary e Gary aiutano Kermit a riunire i Muppets, che hanno intrapreso strade diverse: Fozzie si esibisce a Reno in una band tributo chiamata Moopets, Miss Piggy è una redattrice di moda di Vogue Parigi, Animal è a Santa Monica in una clinica per manager infuriati e Gonzo è diventato un ricco imprenditore. LA RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Polisse (drammatico, di Maïwenn Le Besco, con Maïwenn Le Besco, Riccardo Scamarcio, Nicolas Duvauchelle, Karin Viard, Marina Foïs, Frédéric Pierrot, Emmanuelle Bercot, Joey Starr, Karole Rocher, Arnaud Henriet): Di cosa è fatta la routine quotidiana degli agenti di polizia? Casi da risolvere, reati da contrastare, violenze da evitare per tutelare e dare nuove speranze ai più fragili. Un lavoro difficile che i poliziotti riescono ad affrontare quotidianamente grazie ad un forte spirito di squadra e solidarietà. Così, a momenti di triste realtà si alternano gioie inaspettate, lasciandoci sperare che anche il dramma più grande possa essere superato.

Sulla strada di casa (thriller, di Emiliano Corapi, con Vinicio Marchioni, Daniele Liotti, Donatella Finocchiaro, Claudia Pandolfi, Fabrizio Rongione, Massimo Popolizio, Renato Marchetti, Maria Sciarappa, Lucia Mascino): Per salvare la propria azienda, Alberto, un piccolo imprenditore ligure in difficoltà, inizia a fare il corriere per una potente organizzazione criminale. Alla moglie che lo ama e ha sempre apprezzato la sua onestà, l’uomo nasconde i motivi reali dei viaggi. Finché l’arrivo di un altro gruppo di malviventi, interessati al nuovo carico illecito che sta per trasportare, non lo costringe a pagare il prezzo della sua scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>