Al cinema dal 10 agosto 2012: Nudi e felici, Lo spaventapassere

di Redazione Commenta

Le uscite di queste settimana si limitano ad un paio di commedie americane fornite di un cast di discreto richiamo. La comedy-demenziale The Sitterrititolata in italiano con il truce Lo spaventapassere, è diretta dal David Gordon Green di Strafumati e vede protagonista il lanciatissimo Jonah Hill nei panni di un pericoloso baby-sitter improvvisato. Nonostante la presenza di ragazzini nel cast il film non è una commedia per famiglie.

In Nudi e felici (Wanderlust) vediamo invece Paul Rudd e Jennifer Aniston nei panni di una coppia che resta affascinata da una comunità hippie con tanto di ambiguo guro tutto peace, free and love, anche in questo caso comicità politicamente scorretta, linguaggio esplicito e nudi integrali puntano ad un divertimento adulto, non per niente il profuttore è Judd Apatow (Molto incinta).

Lo spaventapassere – The Sitter (commedia diretta da David Gordon Green con Jonah Hill, Sam Rockwell, Ari Graynor, Miriam McDonald, Erin Daniels, Method Man, Dreama Walker, J.B. Smoove, Max Records, Raw Leiba):

Quando il baby sitter più irresponsabile del mondo si trova alle prese con tre dei peggiori bambini del mondo, in un’avventura che si svolge in una notte indimenticabile per le strade di New York, è praticamente impossibile che qualcuno ne esca tutto d’un pezzo. Lo spaventapassere raggiunge un nuovo livello di contorta e debosciata ilarità, dal regista di Strafumati e con protagonista il Jonah Hill di Superbad.  RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Nudi e felici – Wanderlust (commedia diretta da David Wain con Jennifer Aniston, Paul Rudd, Malin Akerman, Ray Liotta, Kathryn Hahn, Lauren Ambrose, Justin Theroux, Alan Alda, Kerri Kenney, Joe Lo Truglio, Michaela Watkins, Todd Barry, Patricia French):

George (Paul Rudd) e Linda (Jennifer Aniston) sono una coppia di vecchia data di newyorkesi stressati. Nel momento in cui George perde il lavoro, si ritrovano con un’unica opzione: andare a stare dal terribile fratello di George ad Atlanta. Nel tragitto George e Linda incappano in Elysium, una comunità idilliaca popolata da personaggi colorati che affrontano la vita secondo una prospettiva diversa. Soldi? Non comprano la felicità. Successo? Non ce n’è bisogno. Vestiti? Solo chi ne ha voglia. Che possa essere Elysium ciò di cui George e Linda hanno bisogno per ripartire? O cambiare prospettive creerà più problemi di quanti sarà in grado di risolverne? RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>