Beverly Hills Cop-Un piedipiatti a Beverly Hills, recensione

beverly_hills_cop

Axel Foley (Eddie Murphy) è un poliziotto di Detroit dall’incredibile faccia tosta che non ama le regole e le mezze misure, e utilizza sistemi ben poco ortodossi per catturare criminali e sventare piccoli traffici illegali nella sua città, purtroppo ogni arresto portato a termine è seguito da una serie di disastri che mettono in cattiva luce il dipatimento e fanno infuriare i suoi superiori.

Foley si rtiroverà senza volerlo nel bel mezzo di uno scottante caso di traffico di valuta, quando un suo vecchio amico d”infanzia che vive di truffe ed espedienti viene freddato da un paio di killer, il caso però finisce nelle mani di un collega di Foley e quest’ultimo è costretto ad usufruire di un periodo di vacanza per indagare non ufficialmente in quel di Los Angeles.

Infatti l’ultimo posto frequentato dall’amico prima di partire per Detroit, è una galleria d’arte di Beverly Hills dove Foley incontrerà Jenny un’altra amica d’infanzia che per aiutarlo gli presenterà il direttore della galleria e suo capo, l’ambiguo Victor Maitland (Steven Berkoff).

Vi presento Joe Black, recensione

meet_joe_black_ver2William Parrish (Anthony Hopkins) è un facoltos uomo d’affari con  una bella famiglia ed è a capo di una grande multinazionale che lo ha reso  miliardario, tutto sembra andare per il verso giusto, ma un giorno nella vita di William piomba il signor Joe Black (Brad Pitt), lui è la morte, è venuto per prenderlo, ma prima di eseguire il suo compito Black gli fa una richiesta.

William dovrà iniziare la morte ai piaceri della vita e alle emozioni umane e in cambio lui prolungherà la sua permanenza fino al giorno del suo compleanno, William accetta suo malgrado e Black viene introdotto in famiglia dove conoscerà Susan (Calire Forlani), una delle figlie di William, dopo qualche reticenza i due stabiliscono un feeling e Black sperimenterà finalmente il tanto decantato amore con effetti collaterali annessi.

William si oppone fermamente al rapporto tra Black e Susan, lui conosce la vera natura di quel ragazzo, una natura spaventosa che è l’antitesi della vita stessa, ma Black giunto il giorno della prevista dipartita di William lo avvisa che al viaggio che stanno per intraprendere prendera parte anche Susan.

Beverly Hills Cop 2: recensione

beverlyhillscop2Una serie di spettacolari rapine avvengono nelle lussuose gioiellerie di Beverly Hills, dopo aver terrorizzato gli astanti e fatto piazza pulita, quella che sembra il capo della banda, un’attraente donna bionda, lascia alcune lettere dell’alfabeto a firma del colpo.

Sulle tracce della banda c’è un uno zelante tenente della polizia di Los Angeles, Andrew Bogomil (Ronny Cox), che sembra aver trovato alcuni indizi importanti e rivelatori sulle reali intenzioni della banda dell’alfabeto, ma viene ferito gravemente durante un’imboscata.

I due agenti Taggart (John Ashton) e Rosewood (Judge Reinhold), amici e colleghi di Bogomil, chiedono aiuto ad una loro vecchia conoscenza, Axel Foley (Eddie Murphy), Poliziotto di Detroit  che un anno prima li aveva aiutati a sventare i piani di un trafficate di droga e valuta falsa. Sarà Foley anche questa volta ad occuparsi non ufficialmente del caso.

Scent of a woman: recensione

scent_of_a_woman_ver1Charles Simms (Chris O’Donnell) è uno studente proveniente da una prestigiosa scuola, ben educato, molto intelligente, anche se lui sembra non accorgersene, che arrotonda il sussidio statale scolastico con alcuni piccoli lavori in qualità di accompagnatore.

Il suo prossimo lavoro consisterà nell’assistere il tenente-colonnello Frank Slade (Al Pacino), ufficiale e non vedente ormai in congedo da qualche anno durante le festività del giorno del ringraziamento.

Nel frattempo l’ultimo giorno di scuola Charles assiste ad uno scherzo ai danni della macchina del preside, quest’ultimo lo convoca in ufficio chiedendogli i nomi dei responsabili in cambio di una lettera di raccomandazione per l’università.

Al Pacino e la Sfida senza regole

Alcuni giorni or sono, abbiamo reso omaggio al grande attore Robert De Niro, in occasione dell’imminente uscita nelle sale cinematografiche di Sfida senza regole, che segna a distanza di 12 anni, la collaborazione con un altro mito del grande schermo: Alfredo James Pacino, conosciuto in tutto il mondo sotto il nome di Al.

Quest’oggi il nostro Blog vuole rendergli omaggio con una breve biografia, con l’intento di ripercorrere non solo la maestosa carriera di attore, ma scovare i particolari, anche quelli più intimi della sua vita, con l’obiettivo di rendere edotti anche coloro che semplicemente legano il nome di Al Pacino, all’interpretazione del boss mafioso il quel capolavoro della cinematografia che è Il padrino.