Al cinema dal 27 maggio 2011: Una notte da leoni 2, The Housemaid, Et in terra pax, Corpo celeste, Cirkus Colombia, Balla con noi – Let’s Dance

di Diego Odello Commenta

Questo weekend potrete trovare al cinema sei nuovi film, uno, Una notte da leoni 2, già uscito mercoledì e sicuro protagonista della gara degli incassi al botteghino. Oltre al blockbuster americano, esordiscono gli italiani Balla con noi – Let’s Dance, Corpo celeste e Et in terra pax, lo slavo Cirkus Columbia e il sudcoreano The Housemaid.

Dopo il salto trovate le sinossi, la lista dei protagonisti, i poster e i link alle nostre recensioni dei film che esordiscono questa settimana.

Balla con noi – Let’s Dance (film musicale, diretto da Cinzia Bornoll, con Alice Bellagamba, Massimo Ciavarro, Andrea Montovoli, Mascia Musy, Sara Santostasi, Guido “Blast” Branca, Francesca Pompei, Samuel Terracina, Fiorenza Tessari, Cico, Betty Style): Erica è una ballerina dell’Accademia Nazionale di Danza. L’esame di diploma si avvicina e la tensione aumenta, vuole dimostrare di impegnarsi al massimo, ma è deconcentrata, balla male, cade e si infortuna a una caviglia. Il mondo sembra crollarle addosso. Marco è l’anima degli Avengers, una crew multietnica (Sara, Claudietto, Congo e Aziz) che balla hip hop, in competizione continua con la crew di Cico, il nuovo ragazzo della sua ex Betty. Erica e Marco sono fratelli, ma Marco è andato via di casa per aver scelto uno stile di vita diverso. Erica cerca il fratello per trovare un po’ di aiuto in un momento di crisi e conosce Congo che la invita alla sfida tra la crew di Cico e quella del fratello. Scopre così un mondo a lei totalmente sconosciuto, ma quando cerca di approfondire il rapporto con Marco, la distanza è ancora troppa. Nel frattempo tra Erica e Congo nasce una sincera simpatia. Marco capisce che deve cambiare qualcosa nel suo modo di porsi di fronte alla vita: decide così di chiedere scusa alla sorella e di reagire cercando di recuperare il suo rapporto con Betty, dopo alcuni tentativi un po’ ingenui per riconquistarla. Marco, per dimostrare che vale più del suo nuovo ragazzo, decide di iscrivere la sua crew alla Battle, la sfida più importante dell’anno per i breakers. Erica salta le lezioni all’Accademia e la sua insegnante, Valeria, la trova con gli altri ragazzi della crew. Valeria vedendo i ragazzi ballare hip hop, dà loro dei consigli, inizialmente ignorati… Marco poi cerca di aiutare la sorella a recuperare l’amore e la passione per la danza, organizzandole una sorpresa: una serata all’Opera, che la porterà anche ad un timido quanto casto bacio con Congo. E’ il momento per Erica di riprendere a danzare sotto la guida di Valeria, anche se nel frattempo prepara la coreografia per la Battle con la crew del fratello. La data del saggio di fine anno è fissata lo stesso giorno in cui si tiene la Battle! Erica vorrebbe restare con i ragazzi, ma sono loro stessi a convincerla che il suo posto è l’Accademia; fino a quando non arriva il grande giorno, non privo di sorprese per tutti…

Cirkus Columbia (drammatico, diretto da Danis Tanovic, con Miki Manojlovic, Mira Furlan, Boris Ler, Jelena Stupljanin, Mario Knezovic, Milan Strljic, Svetislav Goncic, Almir Mehic): Divko Buntic, quando cade il regime comunista in Bosnia-Erzegovina nel 1991, torna nel suo piccolo paese, viaggiando sulla Mercedes rossa fiammante,per rivendicare la casa di famiglia, accompagnato dalla sua sexy fidanzata Azra, dal suo gatto portafortuna Bonny, un pacco di marchi tedeschi .

Corpo celeste (drammatico, diretto da Alice Rohrwacher, con Anita Caprioli, Renato Carpentieri, Yle Vianello, Salvatore Cantalupo, Pasqualina Scuncia): Marta ha tredici anni e, dopo dieci anni passati con la famiglia in Svizzera, è tornata a vivere nel profondo sud italiano, a Reggio Calabria, la città dov’è nata. Marta è esile, attenta, con un’andatura un po’ sbilenca e un’inquietudine che la fa assomigliare ad una creatura selvatica. Ma ha una grazia speciale, e mentre passa tra gli altri come una piccola fata guarda e sente tutto: non ricorda molto della sua infanzia a Reggio, la città è cresciuta senza nessun ordine, è per lei rumore, resti antichi accanto a palazzi ancora in costruzione e vento, un mare che si intravede vicino e sembra impossibile da raggiungere. Marta inizia subito a frequentare il corso di preparazione alla Cresima, l’età è giusta, ed è anche, le ripetono tutti, un bel modo per farsi nuovi amici. Senza la Cresima non ti puoi neanche sposare! Incontra così don Mario, prete indaffarato e distante che amministra la chiesa come una piccola azienda, e la catechista Santa, una signora un po’ buffa che guiderà i ragazzi verso la confermazione. In parrocchia si sta preparando una festa per l’arrivo di un nuovo Crocifisso Figurativo che dovrà sostituire quello stilizzato e fluorescente che poco piace ai parrocchiani. Nell’attesa della grande festa della parrocchia, Marta partecipa alle attività del catechismo, impara a memoria le formule del libro, canta “mi sintonizzo con dio”. Ma capirà presto che altrove deve trovare la sua strada, non la via al di là del mondo, ma la via attraverso il mondo.

Et in terra pax (drammatico, di Matteo Botrugno, Daniele Coluccini, conMaurizio Tesei, Germano Gentile, Fabio Gomiero, Michele Botrugno, Silvia Salvatori, Simone Crisari, Riccardo Flammini, Ughetta D’Onorascenzo, Paolo Perinelli, Aljosha Massine, Giorgio Biferali): l’estrema periferia romana fa da sfondo a tre storie prima parallele e, successivamente, legate fra di loro dal filo rosso della droga e della criminalità. Marco, dopo cinque anni passati in carcere, torna a casa sforzandosi di cercare una vita normale, lontana dai traffici illeciti che avevano causato il suo arresto. Il tentativo di dimenticare il suo passato e di iniziare una nuova vita è destinato al fallimento: l’uomo, abbandonato dalla famiglia, si lascia convincere dai suoi ex compari, Glauco e Mauro, a riprendere a spacciare. Marco si ritrova di nuovo a convivere con la delinquenza e inizia a vendere cocaina sulla panchina di un piccolo parco. Questa diverrà per lui una sorta di isola dalla quale gli è possibile osservare le vite altrui e riflettere su se stesso. Sonia, studentessa universitaria, lavora nella bisca di Sergio. Il suo tentativo di studiare e di rendersi indipendente economicamente viene vanificato dalla dura realtà che la circonda. L’illusione di trovare la comprensione di Sergio e l’amicizia di Marco si mescola alla stanchezza e alla rassegnazione. La terza storia riguarda tre ragazzi, Faustino, Massimo e Federico. Diversi fra loro ma costretti a un’amicizia che li rende apparentemente invulnerabili, i tre si trovano invischiati in una serie di eventi concatenati che li porteranno a scontrarsi non solo fra loro, ma anche con la dura realtà della strada. Un motorino scambiato per un po’ di cocaina porta le tre storie a intrecciarsi drammaticamente. I protagonisti, una volta incontratisi, lasceranno dietro di loro una scia di fuoco, sangue e violenza.

The Housemaid (drammatico, di IM SANG-SOO, con JEON Do-youn, LEE Jung-jae, YOUN Yuh-jung, SEO Woo, AHN Seo-hyun): Euny viene assunta come aiuto-governante presso una ricca famiglia borghese. Il padrone di casa, Hoon, la seduce e ne fa la sua amante. La vita di tutta la casa vacilla. Recensione in anteprima.

Una notte da leoni 2 (commedia, di Todd Phillips, con Bradley Cooper, Zach Galifianakis, Jamie Chung, Ed Helms, Justin Bartha, Juliette Lewis, Todd Phillips, Mike Tyson): Stu, che sta per sposarsi in Tailandia, decide di festeggiare il suo matrimonio con un semplice brunch. Anche questa volta, però, per lui, Phil, Alan e Doug le cose non andranno come ci si aspetta. La recensione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>